cerca CERCA
Sabato 23 Gennaio 2021
Aggiornato: 12:56

La sentenza

Lasciare un succhiotto sul collo è reato

11 novembre 2016 | 08.37
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)
Roma, 11 nov. (AdnKronos)

Lasciare un succhiotto sul collo? Per la Cassazione è violenza sessuale. La sentenza, pronunciata giovedì scorso, parla chiaro: 'marchiare' la fidanzata o il fidanzato per far sapere a tutti che è 'di tua proprietà' non può essere consentito dalla legge. Per la Corte infatti, spiega il sito di informazione legale 'La legge per tutti', "il morso d'amore esprime una carica erotica. Anzi, per di più è un atto che, se non voluto dal soggetto passivo, può esprimere lo scopo di umiliarlo consapevolmente davanti agli altri, costringendolo a mostrare a tutti il segno di un amore segreto". Un atto simile a quello di 'marcare il territorio', insomma, che "esprime un segno di possesso incompatibile con la libertà sessuale delle persone. Ecco perché si tratta di reato".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza