Home . Lavoro . Dati . Artigiani e commercianti crescono se utilizzano marketing per favorire relazione con cliente

Artigiani e commercianti crescono se utilizzano marketing per favorire relazione con cliente

DATI
Artigiani e commercianti crescono se utilizzano marketing per favorire relazione con cliente

Vittorio Figini e Marco Carloni

In un contesto di ripresa contenuta tornano a crescere artigianato e commercio, a partire dalle piccole società, fatte da una partita Iva o con pochi dipendenti. Ciò riflette le tendenze del marketing e le nuove esigenze dei consumatori. A sostenerlo è uno studio di Zeuner, call center di Seveso nell’hinterland milanese, che assiste a una domanda in aumento di servizi di marketing, finora prevalentemente richiesti da grandi organizzazioni, anche da parte di artigiani e commercianti.


Sono sempre più gli artigiani (dall’idraulico alla sartoria, dal gommista alla piccola meccanica) e i commercianti (dal panettiere al piccolo supermercato, dal gioielliere alla torrefazione) che utilizzano strumenti di marketing. Secondo i dati di Zeuner, che vanta tra i principali clienti grandi organizzazioni (Alcon Italia, Assocalzaturifici, Condé Nast, Disney Italia, Federfarmaco, LoJack, Manetti&Roberts, Mondadori/Pressdì, Nestlé Italia, RCS Mediagroup, Sandoz Novartis) aumenta la richiesta di quei settori professionali rappresentati da artigiani e commercianti: studi medici-odontoiatrici piccola meccanica, ristorazione-alimentari, abbigliamento, concessionari di auto.

“Assistiamo a un cambiamento di scenario -dice a Labitalia Marco Carloni, amministratore delegato di Zeuner- se il grosso del nostro fatturato è costituito dalle grandi aziende, dall’editoria, dal farmaceutico, dall’e-commerce, riscontriamo una crescita della domanda da parte di artigiani e commercianti, che utilizzano i nostri servizi di marketing, per fissare appuntamenti, segnalare offerte, magari con un semplice sms, realizzare survey. A ciò corrispondono le analisi di scenario immobiliare e quelle sulla riscoperta delle professioni artigianali".

“Non solo gli artigiani, ma anche i commercianti -dichiara Vittorio Figini, presidente di Zeuner- sono sempre più consapevoli di come cambia il consumatore-cliente. Il cliente vuole vivere l’esperienza dell’acquisto come un fatto emozionale e soprattutto cerca la personalizzazione della relazione commerciale. Gli artigiani e i commercianti hanno ampi margini di crescita e di guadagno in questo senso e possono ottenere la fidelizzazione del cliente a medio e lungo termine”.

“Il mercato è sempre più difficile -ammette Corrado Capellini, amministratore dell’omonimo emporio in Seveso- qualità di prodotto, spirito imprenditoriale e attenzione al cliente sono essenziali, ma possono non bastare".

"Oggi -avverte- abbiamo a disposizione strumenti di marketing, quelli alla nostra portata, utilizzati anche dalla grande distribuzione organizzata, a partire di servizi chiavi in mano, penso per esempio al sistema di messaggistica sms, flessibile, puntale, personalizzato, che contente di fidelizzare il cliente nel rispetto della normativa sulla privacy. Il servizio ha permesso un aumento dei clienti del +20% sull’anno precedente, con percentuali superiori immediatamente successivi all'invio del messaggio”.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.