In Alto Adige si vendemmia la vite più antica al mondo

MADE-IN-ITALY
In Alto Adige si vendemmia la vite più antica al mondo

Si è conclusa, in Alto Adige, la vendemmia della vite Versoaln, la più grande e quasi certamente più antica al mondo. Nel 2006 i Giardini di Castel Trauttmansdorff ne hanno assunto la paternità e, da allora, da queste uve viene prodotto il prezioso vino Versoaln nel Podere provinciale Laimburg, che cura il vigneto. È stato calcolato scientificamente che l'età della vite di Prissiano, vicino a Castel Katzenzungen, sia di oltre 350 anni, e ancor oggi dalla sua uva viene prodotto vino.


Nei giorni scorsi ha avuto luogo la vendemmia della Versoaln, a cui hanno partecipato, tra gli altri, i rappresentanti dell'Associazione turistica Tesimo-Prissiano, di Castel Katzenzungen e dei Giardini di Castel Trauttmansdorff. Anche l'assessore provinciale di Bolzano all'Agricoltura, Arnold Schuler, ha partecipato alla vendemmia. "La vite Versoaln - ha detto - è un importante monumento culturale dell'Alto Adige che dobbiamo onorare, curare e proteggere anche in futuro. È importante informare sia la gente del posto che i turisti sulla sua storia". Presente anche il giornalista enologo giapponese Isao Miyajima, che da 15 anni lavora per testate di vini internazionali e italiane. "Questo vino è davvero unico da diversi punti di vista ed è un prodotto sorprendente di questa regione vitivinicola. Non ha solo un sapore e un aroma straordinario, ma anche un'importante storia e cultura", ha sottolineato Miyajima, che porterà con sé a Tokio due bottiglie che verranno esposte nel 'Museo nazionale del vino' della capitale nipponica.

La vite Versoaln cresce a circa 600 metri di altitudine e le sue fronde si estendono per oltre 300 metri quadrati. Il vitigno, a foglie estremamente frastagliate, è una qualità autoctona, coltivata su una pergola tradizionale di castagno. Cresce sul pendio settentrionale di Castel Katzenzungen, a ridosso di un muro, su un terreno porfirico molto povero dove per secoli si è accumulato materiale alluvionale. Proprio per questa ragione, il tronco e le attaccature delle prime ramificazioni erano continuamente coperte di terra. La vite Versoaln produce piccoli grappoli d'uva con chicchi trasparenti di media grandezza. Buone sono la qualità e la quantità del raccolto, e il mosto che si produce ha un contenuto zuccherino tra il 16 e il 19%, equivalente a circa 80-95 gradi Öchsle. Il vino che ne deriva è solitamente fruttato con riflessi verdognoli, dalla struttura delicata e con un'accentuata acidità.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.