cerca CERCA
Martedì 07 Dicembre 2021
Aggiornato: 17:49
Temi caldi

Comunicato stampa

Le migliori azioni del momento su cui investire

03 marzo 2021 | 15.23
LETTURA: 5 minuti

alternate text
migliori-azioni-investire

Il 2020 è stato indiscutibilmente un anno difficile da dimenticare. Seppur vero che la pandemia da coronavirus ha completamente destabilizzato i mercati mondiali, obbligando gli investitori ad operare in un contesto difficile, ha però dato la possibilità di ottenere risultati ottimi sui mercati globali.

Le misure per cercare un immediato contenimento della diffusione del virus Covid-19 hanno certamente provocato una forte discesa dei prezzi delle azioni da comprare, sia internazionali che italiane a marzo 2020, scontando uno scenario di più che significativa recessione dei profitti aziendali.

Seppur ad inizio 2020 le quotazioni risultavano decisamente più attraenti rispetto a quelle registrate nel corso dei tre anni precedenti, l’esposizione azionaria dei portafogli degli investitori si era spostato in maniera significativa incrementando la percentuale azionaria detenuta fino al mese di marzo 2020.

Durante i mesi successivi, nonostante la forte decrescita mondiale dovuta all’incertezza provocata dalla pandemia e ai diffusi lockdown nazionali, le quotazioni hanno registrato ampi progressi e, in seguito al raggiungimento di nuovi massimi storici del mercato USA nel mese di agosto 2020, molti titoli hanno permesso un ampio recupero delle perdite, portando anche a forti guadagni.

L’esposizione alle azioni europee ha permesso comunque agli investitori di poter valutare con maggior oculatezza i mercati, godendo di una politica europea pressoché condivisa che ha portato i mercati europei a crescere progressivamente. L’esposizione in azioni denominate in valute diverse dall’euro è stata sempre un’ottima opportunità, ma solo se coperta dalle oscillazioni dei cambi per evitare l’esposizione a questa forma di rischio.

Trading o cassettista? Diversi approcci al mercato azionario

La scelta di strategia nell’approccio al mercato azionario è fondamentale se si cerca di sfruttare le oscillazioni di prezzo di breve periodo, e sicuramente se si preferisce un investimento a lungo termine sulla base delle aspettative di crescita di valore nel tempo dell’azienda su cui si sta investendo. Uno dei benefici dei cassettisti è sicuramente l’incasso dei dividendi annui, che nel lungo periodo posso risultare particolarmente remunerativi, sempre visti però come un investimento di lungo periodo non dovendo tener conto delle oscillazioni dayperday dei mercati.

Non va dimenticato però, nell’approccio cassettista, che l'azionista è un socio della società e quindi partecipa al rischio economico della medesima, e che per incassare il dividendo, le azioni devono essere detenute almeno il giorno prima dello stacco (ex-date).

Costruire portafogli diversificati sia in termini di asset class sia di strategie gestionali, può mitigare il rischio emittente e societario, permettendo una maggiore stabilità del portafoglio.

Azioni Nasdaq - Titoli più scambiati per un trading dinamico

Il mercato americano offre la possibilità di approcciarsi a grandi multinazionali, offrendo stabilità nel lungo periodo, ma anche ottime opportunità dinamiche nel breve. Analizzando i principali indicatori si possono individuare quelli con capitalizzazioni importanti e scambi, in valore assoluto, superiori alla media come Apple, Microssoft Corp o Intel. Sul mercato americano è possibile attingere ad asset class particolarmente aggressive ed in evidente espansione, come ad esempio il comparto farmaceutico, piuttosto che puntare, seppur con rischi particolarmente alti, sugli asset tecnologici, forti di una competizione particolarmente importante e concorrenziale sui mercati internazionali.

Azioni Italia: Grandi opportunità sul mercato domestico

Le prime settimane del 2021 del mercato italiano, sono state caratterizzate da particolari turbolenze dovute principalmente all’assetto politico nazionale. Seppur molti operatori suggerivano cautela nelle strategie di investimento da adottare nei mesi a venire, la costituzione del neo governo Draghi, ha indiscutibilmente sostenuto la crescita dei mercati europei, e soprattutto di quello italiano. Il comparto bancario, capitanato da Intesa San Paolo che, forte dei risultati sopra le aspettative del 2020, è in procinto di portare in assemblea uno stacco dividendi di tutto riguardo, è pronto a trainare tutto l’asset class verso una ripresa importante. Da ricordare che già all’inizio del 2020 la sostenibilità e la cessione dei crediti deteriorati Npl aveva alleggerito il carico degli istituti di credito, permettendogli un approccio più light sia negli impieghi che negli investimenti.

Titolo di tutto rispetto, con una capitalizzazione che sfiora i 43 miliardi di Euro, è la neonata Stellantis, che come gruppo automobilistico nato dall'unione fra Fiat-Chrysler e Psa, si posiziona in cima al mercato automobilistico europeo, con progetti particolarmente innovativi e sostenibili per il futuro.

Innovazione ed energia, i mercati del futuro

Comparto importante e non scontato quando si tratta di asset class, è quello energetico, che vede in Italia come maggiori competitor per innovazione, crescita e volumi di scambio, Eni ed Enel. Se quest’ultima ha puntato nel proprio piano industriale, ad una crescita ecosostenibile e ad un avanzamento delle tecnologie green in un’ottica di lungo periodo, Eni sul mercato italiano punta sulla join venture con il principale competitor di Intesa: Unicredit. Insieme ad Harley&Dikkinson, infatti, puntano ad ampliare la collaborazione per dare accesso ai vantaggi introdotti dal Decreto Rilancio in tema di riqualificazione energetica e ristrutturazione sismica del bene più di rifugio del nostro territorio, quello immobiliare.

I mercati obbligazionari: volatilità e reflazione come opportunità di investimento

Il mercato obbligazionario offre opportunità particolarmente attraenti nell’ottica del reddito fisso nonostante scenari macroeconomici a volte a rischio di sembrare deboli. L’abbondante liquidità detenuta nelle riserve delle banche ha infatti creato un favorevole terreno per i titoli obbligazionari, e in modo evidente per gli asset a maggior rischio. Nelle view di ripresa spinta dai vaccini in fase di somministrazione globale, non si può che guardare con favore al tema della reflazione rendendo il mercato dei bond, con maggiore attenzione agli high yeald, particolarmente promettenti.

Investire nei mercati emergenti

Mercato particolarmente volatile ma con opportunità importanti, è evidentemente quello dei paesi emergenti. Dopo un rallentamento della crescita, i mercati emergenti sembrano aver segnato una svolta. Gli scambi internazionali infatti, insieme agli investimenti internazionali che stanno tornando verso i paesi più promettenti, stanno trainando la ripresa economica, che pare dagli indici correnti e dalle quotazioni recenti, ampia e stimolata da una domanda più che vigorosa dei consumatori.

L’Asia è un esempio straordinario di crescita e sviluppo: le opportunità che gli investitori possono trovare nel private market asiatico infatti, sono uno spunto di diversificazione internazionale con ottime prospettive di crescita sul breve periodo. Globalmente il rallentamento della crescita, porta l'Asia in cima alla lista delle prospettive nel breve periodo, grazie ad esempio all'aumento della ricchezza e della produttività della classe media, senza dimenticare il rapido sviluppo della digitalizzazione. Operando su mercati domestici, sarà importante anche cercare di consolidare eventuali minusvalenze per poter compensare ottime plusvalenze in ottica di crescita.

Per informazioni:

Il portale specialistico https://finanza.economia-italia.com studia i mercati estremamente volatili, ma con forti opportunità di oscillazione, fornendo news e approfondimenti sul valore delle politiche sovranazionali e delle banche centrali, con un linguaggio comprensibile e vicino all’investitore o all’appassionato di finanza.

Contatti:

e-mail: redazioneeconomiaitalia@gmail.com

Twitter: @economiaitalia https://twitter.com/economiaitalia

Facebook: https://www.facebook.com/economiaitalia/

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza