cerca CERCA
Domenica 17 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:33
Temi caldi

Microsoft

Le tecnologie della flessibilità

25 maggio 2021 | 14.31
LETTURA: 3 minuti

È la parola d'ordine del post pandemia: Microsoft punta sulla flessibilità lavorativa e i nuovi aggiornamenti di Airbnb sulle prenotazioni flessibili.

alternate text
- da Airbnb.com

La parola d'ordine postpandemia è senz'altro flessibilità. Sembra in questi giorni che Amazon stia per acquisire MGM, il colosso della cineproduzione che ha in pancia la saga di James Bond e tante serie Tv come Fargo. Tra gli obiettivi? Offrire film e contenuti che aumentino la fruizione domestica riducendo l'impatto della presenza in sala. Flessibilità dei contenuti. Poi Microsoft. Dopo aver lasciato lavorare a casa i suoi dipendenti durante la pandemia, come tante altre società grandi e piccole, l'azienda sta cercando una formula per riprendere senza tornare esattamente all'origine. Ovvero, studia una soluzione ibrida con una parte dei lavoratori in sede e un'altra da remoto. Ha scritto il CEO di Microsoft Satya Nadella in un post di LinkedIn: “Il lavoro ibrido rappresenta il più grande cambiamento nel modo in cui lavoriamo nella nostra generazione. E richiederà un nuovo modello operativo, che includa persone, luoghi e processi”.

L'azienda ha anche pubblicato una guida al lavoro ibrido che racconta le modifiche operative dell'azienda. Una guida che comprende: chiedere ai dipendenti di prendersi del tempo per le pause: partecipare a videochiamate consecutive genera stress. L'azienda incoraggia i propri team ad abilitare le funzionalità aggiunte di recente nell'applicazione di posta elettronica e calendario di Outlook che possono aggiungere automaticamente una pausa prima o dopo ogni riunione; fare in modo che i capi considerino il benessere delle persone con cui lavorano come una priorità; aggiornare le sale conferenze per includere dispositivi che raccolgono audio e video di alta qualità per le persone che non sono sul posto; puntare su un servizio cloud; rafforzare la sicurezza delle reti Internet domestiche; assumere personale di diverse aree geografiche; strutturare in modo intelligente gli spazi d'incontro adeguando per esempio le sale riunioni alle richieste e all'occupazione; digitalizzare le vendite utilizzando Teams come uno showroom virtuale per mostrare i prodotti e fornire esperienze di acquisto personalizzate.

Flessibilità anche per Airbnb. I viaggi postpandemia riprendono ma, come per le compagnie aeree, è necessario poter prenotare sapendo di poter anche rinunciare. Airbnb ha annunciato più di 100 nuove modifiche e aggiornamenti alla sua piattaforma con particolare attenzione proprio alla flessibilità, una piattaforma che ha registrato 64,4 milioni di notti ed esperienze prenotate, in aumento del 39% rispetto al trimestre precedente e del 13% anno su anno. Flessibilità nelle date di viaggio, prima di tutto. Le nuove funzioni consentono agli utenti di cercare una destinazione senza uno specifico vincolo di tempo. Ciò significa che è più facile cercare se desideri solo viaggiare e sei a tua volta flessibile sul periodo della disponibilità. E flessibilità nelle destinazioni: se cerchi qualcosa di particolare come un castello il sistema ti propone soluzioni anche non specificamente presenti sulla stretta area di ricerca impostata. Airbnb sta anche lanciando una procedura di pagamento più rapida, sistemi di revisione aggiornati e politiche di cancellazione più chiare. Gli ospiti riceveranno una nuova guida all'arrivo, che fornisce informazioni quali codici della porta, istruzioni per la connessione Wi-Fi e indicazioni per raggiungere la struttura.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza