cerca CERCA
Mercoledì 08 Febbraio 2023
Aggiornato: 10:42
Temi caldi

Legge di Stabilità, Squinzi: "Manovra accettabile, per il Sud mi aspettavo di più"

17 ottobre 2015 | 15.09
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi (Infophoto)

"Non posso condannare questa manovra, accoglie punti che abbiamo sollecitato, però mi auguro che, purtroppo per esperienza del passato, l'assalto alla diligenza che ci sarà nelle due settimane prima della conversione non arrechino seri danni". Ad affermarlo è stato il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, intervenendo al 30° convegno dei Giovani imprenditori. "E' una manovra accettabile - ha detto Squinzi aggiungendo però che "sul Mezzogiorno mi aspettavo che il governo facesse un po' di più".

Torna poi a parlare della pressione fiscale in Italia. "Da imprenditore pago le tasse in 40 Paesi con una media del 33-34%, in Polonia ad esempio sono al 19%, in Italia al 56% - dice Squinzi - . Ditemi voi se non è bene tagliare le tasse soprattutto se sei dall'altra parte".

Quanto alla domanda se sia si sinistra o di destra tagliare le tasse, dibattito che si è scatenato dopo il varo della manovra che contiene, tra le altre misure, l'abolizione dell'Imu, Squinzi non risponde.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza