cerca CERCA
Giovedì 05 Agosto 2021
Aggiornato: 10:00
Temi caldi

Legge3.it: arriva l’e-book gratuito ‘Fatti e non Parole’ per combattere i debiti

29 aprile 2021 | 11.16
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Raccolta di testimonianze di chi ce l'ha fatta a superare la crisi da debito

Il libro contiene inoltre articoli e successi della realtà professionale Legge3.it formata da Consulenti Commerciali, Avvocati e Commercialisti

Roma, 29 aprile 2021 - Seconda edizione per l’e-book “Fatti e non Parole” di Gianmario Bertollo, fondatore di Legge3.it, scaricabile gratuitamente QUI. Si tratta di un'iniziativa gratuita volta a raccogliere le testimonianze, gli articoli e i grandi successi di una realtà professionale formata da Consulenti Commerciali, Avvocati e Commercialisti che, con la loro esperienza, da anni sono impegnati ad aiutare privati e imprese ad uscire da situazioni di sovraindebitamento.

“Spesso mi sono sentito dire ‘La legge Salva Suicidi non funziona ed è una farsa’, ma con il nostro lavoro abbiamo riportato la serenità a molte persone e in questo libro è possibile trovare alcune delle storie che abbiamo vissuto e che abbiamo portato a buon fine. - Spiega il fondatore di Legge3.it, Gianmario Bertollo - Queste storie dimostrano che la Legge 3 del 2012 è l’unico strumento che permette alle persone che lottano contro una situazione di sovraindebitamento di liberarsi definitivamente da quel peso e di ripartire puliti, per tornare nuovamente una risorsa per la propria famiglia e per l'economia in generale”.

Il libro è ricco di testimonianze di persone che hanno superato la loro crisi economica grazie all’aiuto di Legge3.it, sono storie di persone che ce l'hanno fatta, che hanno riconquistato la loro dignità e speranza nel futuro e ora finalmente possono vivere la loro vita liberi dai debiti:

“Non è facile attraversare interi anni lavorando sodo, specialmente quando devi dar conto anche ad un figlio piccolo. Quando mi sono ritrovato con il conto corrente pignorato, auto e moto con fermo amministrativo, debiti su debiti, debiti per pagare debiti, ho chiesto aiuto a Legge3.it e il risultato che ho ottenuto è una nuova prospettiva di vita, senza debiti” si legge tra le tante testimonianze.

G. e F. sono coniugi da tanti anni e reduci da una grave crisi finanziaria durata 15 anni: “I problemi sono nati a causa del rilevamento di un'attività commerciale attraverso l'aiuto di un mutuo molto importante che ci ha concesso la banca ipotecando il nostro appartamento. Passato qualche anno abbiamo dovuto svendere l’appartamento, ma i debiti aumentavano e quindi siamo stati costretti a svendere anche l’attività. Schiacciati dalla pressione della Banca abbiamo chiesto aiuto a Legge3.it e abbiamo iniziato la procedura di sovraindebitamento. Oggi possiamo dire alle persone che si sono trovate nella nostra situazione di non arrendersi e di cercare informazioni sulla Legge 3 del 2012 e rivolgersi ad esperti della procedura”.

“Da qualche mese, grazie alla Legge 3 del 2012 sono una persona libera da tutti i miei problemi iniziati da quando ho avviato la mia attività di contoterzista nel settore agromeccanico. - Racconta un altro assistito di Legge3.it - Tutto ebbe inizio quando i miei clienti cominciarono a non onorare i loro obblighi verso il mio lavoro, andandomi in breve tempo in una situazione economica tale da non riuscire a fare fronte a tutte le spese aziendali. Dopo un po’ di tempo decisi di cessare l’attività, ma i debiti ormai si erano accumulati. Una sera trovai su internet un video di Gianmario Bertollo che spiegava come risolvere il problema dei debiti attraverso la Legge 3/2012, così decisi di approfondire la questione contattando Legge3.it. In un solo anno sono riuscito a liberarmi dei debiti!”.

Il sovraindebitamento porta con sé disperazione e perdita di dignità. In questo periodo di crisi economica nata dalla pandemia la situazione si è ulteriormente aggravata. Nell’e-book sono presenti numerosi articoli pubblicati sulla stampa dove Legge3.it afferma come sia fondamentale oggi, più che mai far conoscere la Legge “Salva Suicidi”.

“Purtroppo, con le restrizioni e il lockdown sono molti i ristoratori, albergatori o baristi che in molti casi vedono le loro entrate ridotte al minimo, ma che, nonostante ciò, hanno rate e stipendi da pagare e che disperati si rivolgono agli usurai. Un fenomeno in crescita che deve essere arginato il prima possibile” afferma Bertollo.

Ufficio stampa

Alessandro Maola

T. 3392335598

info@alessandromaola.it

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza