cerca CERCA
Domenica 05 Febbraio 2023
Aggiornato: 20:44
Temi caldi

Livorno, il sindaco Nogarin indagato per altri due reati

10 maggio 2016 | 09.51
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Filippo Nogarin (Foto Fotogramma) - (FOTOGRAMMA)

Si allarga l'inchiesta giudiziaria sul sindaco di Livorno, Filippo Nogarin . Il primo cittadino pentastellato è infatti indagato per altri due reati nell'ambito della maxi inchiesta 'Città pulita' che riguarda la gestione finanziaria e amministrativa di Aamps, l'azienda municipalizzata dei rifiuti partecipata dal Comune di Livorno al 100% e che ad oggi vede 18 persone nei guai tra politici, manager e dipendenti pubblici. E' quanto scrive stamani in un articolo il quotidiano livornese 'Il Tirreno'.

I pubblici ministeri della Procura labronica Massimo Mannucci e Arianna Ciavattini, titolari dell'indagine, hanno iscritto Nogarin nel registro degli indagati con l'accusa di bancarotta fraudolenta - come già noto - ma anche per un episodio di abuso d'ufficio in relazione alla revoca del cda di Aamps del 7 gennaio scorso e per un presunto falso in bilancio riferito al via libera ai conti del 2014 nonostante il parere contrario dei revisori.

Fino a domenica sera il sindaco, in diretta tv, ha sostenuto che nell’informazione di garanzia ritirata sabato scorso si fa riferimento a "un accertamento della Procura solo per il reato di bancarotta". Contattato ieri dal "Tirreno", Nogarin non ha ritenuto di voler intervenire su queste due nuove ipotesi di reato.

"In nome della massima trasparenza ho deciso di pubblicare quanto ricevuto dalla Procura della Repubblica di Livorno, a conferma di quanto pubblicamente e ripetutamente dichiarato, cioè che le contestazioni afferiscono al 'concorso in bancarotta fraudolenta' legata all'avvio del concordato preventivo di Aamps", scrive Nogarin in un post sul suo profilo Facebook. Parole che suonano come una risposta a quanto pubblicato oggi da 'Il Tirreno'. Il sindaco di Livorno allega al post il dispositivo ricevuto sabato dalla Procura in cui compare solo la contestazione del reato di concorso in bancarotta: "Il pubblico Ministero, ai sensi degli art. 369 e 369 bis c.p.p. informa Nogarin Filippo, nato a Livorno il 4/9/1970, che questo Ufficio sta procedendo ad indagini in ordine ai seguenti reati: art.110 CP, art. 216 RD 1942/267, art. 223 RD 1942/267, art. 238 RD 1942/267, in Livorno, alla data di omologazione del Concordato Preventivo ovvero del fallimento di Aamps spa".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza