cerca CERCA
Lunedì 17 Maggio 2021
Aggiornato: 15:35
Temi caldi

Lo sport non è di pochi, ma di tutti

15 marzo 2021 | 15.46
LETTURA: 2 minuti

alternate text

1,94 mln stanziati, da Sport e Salute, per il progetto "Quartieri" e due per il progetto "Inclusione".

Progetto 'Quartieri'

Il primo è un avviso pubblico finalizzato a promuovere e sostenere la creazione di presidi sportivi ed educativi in periferie e quartieri disagiati, realizzati e gestiti da Associazioni sportive di base, che fungano da centri aggregativi aperti tutto l’anno, destinati alla comunità e a tutte le fasce d’età.

Obiettivi, quelli di supportare le ASD/SSD che operano in contesti territoriali disagiati; intervenire in aree di disagio sociale e nelle periferie urbane a rischio emarginazione, povertà educativa e criminalità; offrire un Presidio sportivo, educativo e sociale alla comunità di quartiere, che diventi un centro di riferimento e aggregazione sul territorio; promuovere stili di vita sani tra tutte le fasce della popolazione, al fine di migliorare le condizioni di salute e benessere degli individui; garantire il diritto allo sport e abbattere le barriere economiche di accesso allo sport; favorire sinergie di scopo e di risorse attraverso collaborazioni tra sistema sportivo e Istituzioni, Enti locali e terzo settore.

La struttura che si propone come presidio sportivo-educativo; deve essere in un quartiere o periferia e programmare attività che includa attività sportive, educative e sociali destinate a diverse fasce di età con attenzione a bambini e ragazzi e attività per tutta la comunità.

Progetto 'Inclusione'

É questo un Avviso pubblico per sostenere lo sport sociale e incentivare l’eccellenza dell’associazionismo sportivo di base attraverso il finanziamento di progetti rivolti a categorie vulnerabili e soggetti fragili che utilizzano lo sport e i suoi valori come strumento di inclusione sociale, promuovendo sinergie con gli attori del territorio.

Obiettivi, quelli di favorire l’attività sportiva come strumento di prevenzione, sviluppo e inclusione sociale promuovendo corretti stili di vita in tutte le fasce di età; promuovere, attraverso la pratica sportiva gratuita, un percorso di sostegno e un’opportunità di recupero per soggetti fragili, a rischio di devianza e di emarginazione, inseriti anche in contesti difficili; incoraggiare lo svolgimento dell’attività sportiva favorendo la partecipazione delle categorie

vulnerabili; supportare le ASD/SSD che svolgono attività di carattere sociale sul territorio rivolte a categorie vulnerabili, presso impianti sportivi o in strutture di recupero.

Il progetto proposto deve rivolgersi a soggetti fragili, a rischio di emarginazione sociale e a categorie vulnerabili ed essere coerente con gli obiettivi sportivi e sociali dell’Avviso. La proposta progettuale dorà avere al centro l’attività sportiva e le sue potenzialità inclusive e di recupero sociale. Si darà preferenza ai progetti che prevedano anche attività sociali ed educative aggiuntive.

Il valore dell’Avviso Pubblico è di € 2 MLN.

ASI ha promosso presso la propria struttura periferica, il kit di comunicazione utile alla promozione dei due Avvisi pubblici.

La nota sintetica

Leggi la news sul sito di Asi

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza