Home . Magazine . Moda . Italia Independent a 'The Exhibition 2015' con occhiali in velluto

Italia Independent a 'The Exhibition 2015' con occhiali in velluto

Tessitore, effetto velluto nell’eyewear tra le innovazioni italiane più rilevanti degli ultimi 50 anni

MODA
Italia Independent a 'The Exhibition 2015' con occhiali in velluto

Italia Independent partecipa a 'The Exhibition 2015', mostra itinerante dedicata alla celebrazione delle più rilevanti innovazioni italiane degli ultimi 50 anni. Ideata dalla fondazione 'Make in Italy', che promuove il valore dell’italianità attraverso la rete dei Fab Lab e degli innovatori, la mostra entra in Expo 2015 in collegamento con il padiglione Telecom Italia e con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia intitolato a Leonardo da Vinci.


"L’effetto velluto, nato nell’automotive e introdotto da noi nell’eyewear, è -spiega Andrea Tessitore ad e co-fondatore di Italia Independent- una delle nostre tecnologie più rappresentative e dimostra come la creatività e l’ingegno italiano siano ancora tanto apprezzati nel mondo”. Per L apo Elkann, presidente e co-fondatore di Italia Independent, "partecipiamo a The Exibition al fianco di eccellenze assolute nel campo della ricerca tecnologica, settore nel quale il nostro paese si è sempre distinto. Sono felice che uno dei nostri prodotti sia considerato un esempio della capacità dell’Italia di fare la differenza, della sua volontà di essere ancora un punto di riferimento a livello internazionale".

La maison partecipa a 'The Exhibition 2015' con un’edizione speciale di occhiali da sole sul cui frontale spicca quella tecnologia che ha consentito al Brand di affermare la propria notorietà negli anni: l’effetto velluto denominato UV Lux ®, già premiato da Mit Review Italy nel 2014. Italia Independent è stata la prima azienda ad introdurre nell’eyewear questa tecnologia, fino ad allora impiegata esclusivamente nell’automotive. I colori scelti per questo modello 'Tribute to Make in Italy', realizzato in un unico esemplare, sono il nero e l’oro.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.