Cerca

Kimono e robe manteau, sfila l'oriente di Luigi Borbone

Lo stilista presenterà domani al Palazzo delle Esposizioni la sua collezione di haute couture per l'autunno-inverno 2015-2016

MODA
Kimono e robe manteau, sfila l'oriente di Luigi Borbone

Non una sola musa ma un'immagine imprecisa come un ricordo, sulla passerella cammina l'oriente, quasi a sottolineare l'importanza dell'eleganza che non teme l'ostentazione della femminilità e si unisce all'esprit anni '50, creando silhouette ibride e sinuose. E' la visione di Luigi Borbone, che presenterà domani al Palazzo delle Esposizioni di Roma la sua collezione di haute couture autunno-inverno 2015-2016, nell'ambito di Altaroma.


La costruzione degli abiti che scivolano sul corpo si ispirano a kimono o mise da raffinatissime concubine, si accostano al corpo nel busto per poi aprirsi in basso con gonne plissé e sbiechi da new look. Da film come 'Hiroshima mon amour' e 'In the mood for love', Bilotta ricalca l'immagine vagamente malinconica di una donna disegnata dall'amore struggente, segnata dalle luci delle lanterne che illuminano gli abiti creando giochi di chiaroscuro.

Amaranto, blu cina, verde acido, colori di antiche procellane suggeriscono ambientazioni senza tempo. Volumi morbidi e scivolati, e tagli geometrici sono raccordati da fiocchi e nastri che chiudono abiti robe manteau, giacche e abiti morbidi come vestaglie. Ad esaltare le silhouette la scelta del monocromatismo, l'uso di colori ai limiti del fluo per leggere in chiave contemporanea un messaggio che arriva dalla geisha e passa per Dior dei primi anni '50. Un mix di preziosa contemporaneità grazie ai ricami ottenuti con moderne tecnologie, e alla donazione dei cristalli di Swarovski che consentono di disegnare la collezione con la luce.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.