cerca CERCA
Venerdì 18 Giugno 2021
Aggiornato: 17:36
Temi caldi

Migranti, l'Ue gela l'Italia: "Nessun piano per hotspot in Libia"

31 ottobre 2019 | 13.08
LETTURA: 2 minuti

Secondo indiscrezioni di stampa, il governo ha elaborato un piano da proporre a Bruxelles per la gestione dei flussi migratori. Ma per la vice portavoce capo della Commissione Europea "servirebbero accordi e Tripoli non è sicura"

alternate text
(Fotogramma/Ipa) - FOTOGRAMMA

La Commissione Europea chiude la porta all'ipotesi di creare in Libia degli hotspot gestiti dall'Ue in cui identificare i migranti, inviando chi ne ha diritto in Europa attraverso corridoi umanitari. "Un piano simile non esiste e non c'è alcuna intenzione di avere piani simili in futuro. Da parte nostra è molto chiaro", risponde interrogata in merito a indiscrezioni di stampa la vice portavoce capo della Commissione Natasha Bertaud, durante il briefing con la stampa a Bruxelles.

"Un piano del genere non esiste - continua - più in generale, quello che posso dire su Frontex è che c'è una solo caso in cui può intervenire in Paesi terzi, cioè quando c'è un accordo con il Paese in questione. Per ora, ci sono solo due Paesi con i quali esistono accordi, l'Albania e il Montenegro".

Per quanto riguarda la Libia, "in generale, quello che abbiamo sempre detto è che, quando si tratta di operazioni di ricerca e soccorso in mare, anche se la Commissione non ha competenze in questo ambito, noi consideriamo che in Libia non ci sono le condizioni per considerarlo un Paese sicuro".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza