cerca CERCA
Lunedì 18 Ottobre 2021
Aggiornato: 02:04
Temi caldi

Milano, a Figino 35 alloggi per famiglie e adulti in difficoltà

18 marzo 2014 | 19.16
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Trentacinque alloggi destinati a chi si trova in difficoltà perché ha perso la casa e ha bisogno di una sistemazione temporanea per tornare ad una vita autonoma. Il bando per l'assegnazione dei locali, in fase di realizzazione a Figino nel ''Borgo Sostenibile''(nuovo quartiere di housing sociale) è stato presentato questa mattina da Fondazione Cariplo. Destinatarie sono le Onlus cittadine che si occuperanno di gestire il servizio di accoglienza.

Le associazioni hanno tempo sino al 30 aprile per presentare i progetti che dovranno essere coerenti con l'insieme rappresentato dal ''Borgo Sostenibile'': un nuovo quartiere con quattro lotti di 325 abitazioni di varie tipologie, eco-sostenibile, e ispirato al concetto di vicinato solidale.

Nel Borgo ci saranno spazi comuni per la socializzazione, soprattutto di mamme e bambini, per l'avvio di piccole attività economiche e un presidio socio-sanitario orientato all'assistenza degli anziani residenti, ma aperto a tutta la comunità, pensato per sostenere servizi di assistenza domiciliare che permettano alle persone non più completamente autosufficienti di continuare a vivere a casa propria.

''Il bando aperto oggi - ha detto l'assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino intervenuto alla presentazione - metterà a disposizione nel giro di pochi mesi abitazioni temporanee che potranno essere utilizzate per accogliere famiglie e adulti che hanno perso la casa anche a causa della crisi. Oltre alla sistemazione, le persone potranno contare anche sull'assistenza delle Onlus che gestiranno i vari alloggi e assisteranno le persone nel periodo di permanenza con progetti individuali".

"Tutto ciò -ha aggiunto- si inserisce in un più ampio progetto che prevede la realizzazione anche di un presidio socio-sanitario per le persone anziane che potranno essere seguite a casa, costruendo intorno a loro una rete di assistenza e di vicinato solidale. Un modello che stiamo cercando di realizzare anche in altri quartieri della città attraverso l'attività dei custodi sociali e l'apertura di nuovi spazi, al momento sono cinquanta, dove offrire servizi e attività di socializzazione''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza