cerca CERCA
Giovedì 24 Giugno 2021
Aggiornato: 01:01
Temi caldi

Mondo Rai/Appuntamenti e novità

19 marzo 2020 | 19.00
LETTURA: 8 minuti

alternate text

Sempre incentrato sul Coronavirus ritorna domani alle 21.25, su Rai1, lo Speciale Tg1 in prima serata. 'In trincea', questo il titolo che dà la fotografia esatta dello stato attuale del paese. In primo piano l'emergenza sanitaria nelle regioni più esposte, l'aumento dei casi al Sud, come gli italiani stanno affrontando questa crisi e l'atteggiamento dell'Europa che si chiude adottando il modello italiano. Con Paolo Di Giannantonio verranno proposti diversi collegamenti dalle città italiane e dalle capitali estere, soprattutto con chi sta combattendo questa battaglia in prima linea. Non mancherà, infine, il punto di vista di esperti internazionali che aggiungeranno contenuti scientifici alle azioni intraprese fino ad oggi.

Nell’anniversario della morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, domani "Chi l’ha visto?" andrà in onda con una puntata speciale, alle 23.15 su Rai3, dal titolo "Il silenzio della giustizia". 45 minuti di interviste e documenti per non dimenticare, perché dopo 26 anni per Ilaria e Miran non c’è ancora la verità. Nei prossimi giorni, tra l'altro, sono attese conferme su eventuali novità investigative o se la Procura di Roma sceglierà il silenzio con la richiesta di archiviazione.

Due nuovi episodi di “The Good Doctor", in prima visione assoluta, in onda domani alle 21.20 su Rai2. Nel primo, dal titolo “Incompleto”, Shaun Murphy (Freddie Highmore), il giovane chirurgo affetto da disturbi dello spettro autistico e dalla sindrome del Savant non riesce a lasciarsi andare con Carly per colpa di un fastidioso tatuaggio. Qualcosa gli farà capire che le sue paure derivano da altro. In “Amici e famiglia” il dottor Glassman riesce a convincere Shaun ad andare a trovare suo padre sul letto di morte e l’incontro con la famiglia ha dei risvolti inaspettati. Claire inizia a guardare in faccia il proprio dolore e decide di affrontarlo. Nel frattempo, Morgan e il dottor Melendez sono alle prese con un delicato intervento su un giocatore della NFL.

Su Rai5 'Art Night. Raffaello. Il mito e la modernità' - Su Rai3 'I grandi della Letteratura Italiana', Italo Svevo

Una serata dedicata a un grande protagonista dell'arte rinascimentale, raccontata in un documentario in prima visione assoluta: è “Raffaello. Il mito e la modernità”, il documentario inedito che "Art Night" - il programma di Rai Cultura in onda domani alle 21.15 su Rai5 - dedica al Maestro urbinate di cui quest'anno ricorrono i 500 anni dalla morte (6 aprile 1520). Il doc ricostruisce, con studiosi ed esperti, la figura e la carriera dell’artista che non fu solo pittore e architetto, ma anche intellettuale capace di interpretare il progetto di un’intera società. Grazie alle riflessioni dello scrittore e restauratore Antonio Forcellino, il documentario ripercorre quello che viene considerato il “periodo d’oro”, gli anni romani dal pontificato di Giulio II alla morte di Leone X nel 1521. Si parte analizzando le opere d’architettura con lo storico dell’architettura Alessandro Viscogliosi nella splendida Villa Madama e la Cappella Chigi in S. Maria del Popolo, mentre l’architetto Paolo Portoghesi spiega Raffaello e il fondamentale riferimento alla classicità. Dall’amore di Raffaello per l’Antico nasce la “Lettera a Leone X”, scritta con l’amico Baldassarre Castiglione, primo esempio di storia della tutela del patrimonio artistico: ne parla lo storico Francesco Paolo di Teodoro ai Mercati di Traiano. E poi il rapporto con i committenti, i papi e l’amico banchiere Agostino Chigi: la Villa Farnesina, luogo di svago e delizie del ricco banchiere Agostino, mostra una perfetta simbiosi tra architettura e paesaggio. Raffaello lavorerà prima all’affresco della Galatea (illustrato dalla conservatrice della Villa, Virginia Lapenta) per poi passare a quelli della “Loggia di Amore e Psiche”, illustrati dalla esperta botanica Giulia Caneva e dal chimico Antonio Sgamellotti. Raffaello ha trovato il modo di sviluppare anche il talento degli altri, un’altra caratteristica che permette un excursus nel contemporaneo: la “bottega” di Vetrya, un’azienda che si occupa di intelligenza artificiale e, sul modello di una bottega rinascimentale, promuove innovazione e cultura. Ne parlano i fondatori Katia Sagrafena e Luca Tommasini (il più giovane Cavaliere del Lavoro). Per approfondire la fortuna di Raffaello dal Cinquecento all’Ottocento, si visita la Collezione Davoli (illustrata dai curatori Zeno Davoli e Chiara Panizzi) nella Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia, dove le incisioni di Marcantonio Raimondi ed altri sono la testimonianza della diffusione dei modelli raffaelleschi nelle corti d’Europa e non solo. Per concludere, il lascito di Raffaello a un artista contemporaneo, Luigi Ontani, autore di un autoritratto nelle vesti di Raffaello.

Una modernità che irrompe nella nostra letteratura da un luogo periferico come la Trieste, ancora austroungarica, che guarda al mondo germanico. Italo Svevo, un autore atipico per la nostra tradizione letteraria, è il protagonista di “I grandi della Letteratura Italiana”, il programma di Rai Cultura in onda domani alle 15.20 su Rai3. In primo piano, il rapporto con James Joyce prima e, poi, con le teorie di Freud: due “incontri” destinati a segnare la maturità di Svevo che - dopo i primi due libri, "Una vita" e "Senilità" - sfocia in quel capolavoro assoluto del Novecento, non solo italiano, che è "La coscienza di Zeno". A raccontare la vita dello scrittore, insieme a Edoardo Camurri, i critici Alfonso Berardinelli, Giulio Ferroni e lo scrittore Mauro Covacich. Protagonista della puntata anche Trieste, con le sue piazze, i caffè letterari, il porto, le biblioteche e i musei, con le tracce di Joyce e della psicanalisi che accompagnano il racconto del “grande” Svevo nella sua città.

Da Roma a Città del Messico, dai gol di Riva e del compianto Pietruzzo Anastasi, scomparso da poco, al Brasile meraviglioso davanti al quale gli azzurri si inchinarono, dopo l'epica semifinale contro la Germania. La programmazione di RaiSport Classic, domani, è una vera manna per gli appassionati di calcio: in apertura, alle 16, Italia-Jugoslavia, la finale del Campionato Europeo del 1968, giocata il 10 giugno all'Olimpico di Roma, ripetizione di quella, terminata 0-0 di due giorni prima: per gli azzurri fu il primo, e finora unico, titolo continentale della storia. In chiusura, invece, alle 22.00, l'atto conclusivo del Mondiale di Mexico '70, nel quale una Italia stremata dopo la semifinale contro la Germania si arrende al Brasile di Pelé, Jairzinho, Tostao, Rivelino, Carlos Alberto: una delle più forti selezioni verdeoro di ogni tempo. In mezzo, nel corso del pomeriggio, altre chicche provenienti dalle Teche Rai, come il match di pugilato Benvenuti-Rodriguez, clou mondiale della riunione del novembre 1969 al Foro Italico, o il racconto dell'ottavo titolo italiano della Virtus Bologna, una delle squadre simbolo della pallacanestro italiano, fino alla parabola, leggendaria e straziante, di Gigi Meroni, la farfalla granata.

Su Rai2 'I Fatti Vostri' - Su Rai Movie 'Saving Mr. Banks', con Tom Hanks e Emma Thompson

I Fatti Vostri è in prima linea nel ricordare quanto sia importante restare a casa in questo periodo di emergenza sanitaria. Nell’appuntamento di domani, alle 11 su Rai2, Giancarlo Magalli racconterà la storia di Leonardo Greco, trentasettenne che aveva contratto il COVID-19 ed è da poco uscito dalla terapia intensiva. Sarà lui a lanciare un appello a tutti i telespettatori perché non vadano in giro. Il Prof. Bruno Beomonte Zobel spiegherà come, grazie all'intelligenza artificiale, sia possibile fare una diagnosi di polmonite da Covid-19 in 20 secondi, grazie ad una TAC. Una tecnologia che il Campus Bio-Medico di Roma, ha acquisito direttamente dalla Cina, e metterà a disposizione di tutti gli ospedali italiani. E poi, Stefano Marongiu, guarito da ebola, oggi è in trincea contro il coronavirus. Infermiere, nel 2015 Marongiu si ammalò di Ebola e rimase isolato per 28 giorni all'interno dell'istituto di Malattie infettive. Oggi è lui ad essere in prima linea nella battaglia dello Spallanzani contro la pandemia da Covid-19. Si collegherà con la piazza Daniela De Rosa , veterinaria, che è stata tra le prime persone della sua zona a risultare positiva al coronavirus e oggi vive isolata in uno dei comuni "chiusi"dell'Avellinese.

La vera storia della “tormentata” realizzazione del film Mary Poppins. La racconta il film “Saving Mr. Banks” di John Lee Hanckock, in onda domani alle 21.10 su Rai Movie. Walt Disney, interpretato da Tom Hanks, dopo lunghe trattative, riesce a convincere la scrittrice Pamela Lyndon Travers, Emma Thompson, a realizzare un film tratto dalla sua saga di libri dedicati alla famosa tata. Un film che racconta il film e, per chi ha amato Julie Andrews nei panni della protagonista dalla valigia magica, guardarlo sarà come fare un salto indietro nel tempo per riconoscere nel racconto tutta la magia della pellicola del 1964 e scoprire le personalità molto diverse dei due protagonisti. Da una parte Disney, con la sua mente creativa e sognatrice, e dall’altra la Travers rigida scrittrice irremovibile nella sua decisione di non permettere che il personaggio dei suoi libri venga stravolto dalla macchina di Hollywood. Tutto questo in uno scenario popolato di personaggi indimenticabili, tra attori e autori talentuosi che ci raccontano la nascita di uno tra i più amati e teneri film della storia del cinema e ci fanno ascoltare una delle colonne sonore più famosa di tutti i tempi.

Antonio Banderas, Adrien Brody e John Malkovich sono i protagonisti del thriller adrenalinico Bullet Head, in onda in prima visione assoluta su Rai4, domani alle 21.20. Scritto e diretto dallo specialista della tensione Paul Solet. Tre criminali in fuga col malloppo dopo un colpo non andato secondo i piani trovano rifugio in un magazzino in disuso, luogo di incontri clandestini di dog fighting. Con la polizia alle calcagna, non si sarebbero mai aspettati di dover in realtà essere sotto scacco di un ferocissimo cane assassino.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza