cerca CERCA
Lunedì 24 Gennaio 2022
Aggiornato: 21:10
Temi caldi

Mondo Rai/appuntamenti e novità

27 luglio 2020 | 19.11
LETTURA: 8 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Torna martedì 28 luglio alle 21.25 su Rai1, il secondo appuntamento con "Sorelle", la fiction con Anna Valle, Giorgio Marchesi e Loretta Goggi. La storia riprende dal ritrovamento di un cadavere in un fiume. E' quello di Elena. Chiara, la protagonista della serie, è incredula e non riesce a comprendere come la sorella possa aver fatto una fine simile. Si parla di suicidio, un’ipotesi che lei scarta però a priori, anche se tutti gli indizi portano a credere che sia questo ciò che è realmente accaduto. Ad aiutarla nelle sue indagini volte a scoprire cosa sia accaduto a sua sorella arriva anche Daniele, fidato collaboratore di Chiara, nonché da sempre innamorato di lei. Riusciranno a capire cosa si cela dietro questo mistero?

Secondo appuntamento in prima visione su Rai3 martedì 28 luglio alle 21.20 di "Bodyguard", la serie drammatica più vista degli ultimi dieci anni nel Regno Unito e che ha reso il suo protagonista, Richard Madden, il prossimo candidato al ruolo di James Bond. Mentre la capitale trema a seguito di due attacchi terroristici, David Budd si ritrova sotto ulteriori pressioni per tenere al sicuro la casa di Julia Montague. Nonostante le minacce ricevute, il Segretario di Stato non frena le proprie ambizioni politiche: il suo disegno di legge antiterrorismo fa un altro passo verso l’adozione della legge, suscitando dissapori politici. Durante un incontro sulla sicurezza al St. Matthew un attentatore riesce a raggiungere Montague sul palco e a farsi esplodere. Gli inquirenti indagano sull’accaduto visionando i filmati delle videocamere mentre Montague, rimasta gravemente ferita, si trova in ospedale. Budd racconta agli agenti, che sospettano di lui e fanno perquisire casa sua, di aver controllato la valigetta di Tahir Mahmood, dipendente del dipartimento, poco prima dell’esplosione, non avendo però trovato nulla di pericoloso all’interno.

Anche nella puntata in onda martedì 28 luglio alle 8.00 su Rai3, "Agorà" continuerà a occuparsi della ripartenza in Fase 3. In primo piano la trattativa sul Recovery Fund, l’attualità politica, la cronaca dell’estate all’insegna del covid e della ripresa economica del paese, con gli aggiornamenti in diretta, gli esperti e i collegamenti dal territorio. In scaletta anche l’intervista a Federico D’Incà, ministro per i Rapporti con il Parlamento e le Riforme. Tra gli ospiti di Roberto Vicaretti, ci saranno inoltre: Antonio Misiani, viceministro Economia e Finanze; Pierpaolo Silieri, viceministro della Salute, Dario Galli, Lega; Nicola Fratoianni, Sinistra Italiana – LEU; Renato Brunetta, Forza Italia; Marco Tarquinio, direttore Avvenire; Annalisa Chirico, Il Foglio; Mauro Ferraresi, sociologo della Comunicazione e dei Consumi – Università IULM di Milano; Enzo De Fusco, consulente del Lavoro.

Doppio thriller su Rai Movie, serata horror su Rai4 con 'Priest' e su Rai1 'Codice' con Barbara Carfagna

Un martedì sera ad alta tensione su Rai Movie ( canale 24) che martedì 28 luglio propone due crime drama basati su fatti realmente accaduti. Si parte alle 21.10 con il film drammatico “In nome di mia figlia”, diretto da Vincent Garenq, con Daniel Auteuil, Sebastian Koch e Marie-Josée Croze. La storia è ambientata in Francia nel 1982. L'uomo d'affari André perde la giovane figlia in circostanze misteriose. La sua indagine privata, contro tutto e tutti, lo conduce verso la soluzione del caso. Alle 22.35 è la volta di “Devil's Knot - Fino a prova contraria”, un avvincente thriller americano, per la regia di Atom Egoyan con Colin Firth, Reese Witherspoon e Alessandro Nivola. Il film racconta l’intricata vicenda di tre adolescenti che, nel 1993 in Arkansas, vengono accusati, e processati senza prove, dell'omicidio di tre bambini. Il film è ispirato alla storia vera dei "Tre di West Memphis" e tratto dal libro di Mara Leveritt.

Serata horror quella di martedì 28 luglio alle 21.10 su Rai4 (canale 21 del digitale terrestre), con il film di Scott Stewart “Priest”, interpretato da Paul Bettany, Lily Collins e Christopher Plummer. Una guerra tra uomini e vampiri ha distrutto la terra: restano solo pezzi di città distrutte a disegnare un luogo di desolazione totalmente in rovina. A rappresentare il potere, è un ordine religioso filocristiano, che non è affatto interessato alla gente, ma vuole solo controllare e dominare la Terra. Un giorno un gruppo di vampiri decide di rapire Lucy, la nipote diciottenne di Priest, un sacerdote che caccia da sempre queste creature demoniache. L’uomo decide di andare contro i principi della sua organizzazione e di uscire dalla città per ritrovare la ragazza. Una volta fuori dai confini, però, scopre che non vi è più alcuna traccia di vita umana: c'è solo una lunga distesa di steppa occupata dai vampiri. Con lui ci sono una sacerdotessa molto abile nel combattimento, lo sceriffo e il fidanzato della nipote. Riusciranno a salvarla?

Con il 5G si inaugura una nuova era, quella della simultaneità. Simultaneità di comunicazioni, simultaneità di risposta delle macchine ai nostri comandi, simultaneità di relazione, anche a grande distanza. La grande banda di trasferimento dati permessa da questa tecnologia rende tutto il nostro ambiente connesso, con il risultato che non ci accorgiamo del lavoro fatto “in background” dalle macchine. Se ne parla con Barbara Carfagna nella puntata di “Codice – La vita è digitale”, in onda martedì 28 luglio alle 23.50 su Rai1. Come la nostra mano risponde con velocità istantanea ai comandi del nostro cervello, così, grazie al 5G, la risposta dei device diventa immediata. Per questo l’importanza della connessione veloce, sia via fibra ottica, che via wireless (senza fili), è cruciale per lo sviluppo del nostro paese. Ma non solo. Grazie alla mancanza della “latenza” di interazione, i piccoli centri di provincia, i borghi antichi, alla base della nostra secolare cultura europea e mediterranea, possono acquistare una nuova prerogativa: la capacità di dare impulso ad un nuovo modo di lavorare, di studiare, di imparare, a prescindere dalla distanza geografica. E così, mentre tutto ciò che fa parte del nostro ambiente familiare rimane immutato, grazie alla “simultaneità di risposta” nasce una nuova, velocissima infrastruttura digitale che attraversa le “vene” delle nostre città e dei nostri luoghi di lavoro è ovunque. Sul canale YouTube della Rai si possono vedere ed ascoltare le interviste integrali in inglese. È possibile rivedere la puntata di Codice sulla piattaforma raiplay.it.

Il ministro Speranza a 'Radio anch'io' su Rai1, i Queen su Rai5, su Rai RadioLive il Marateale 2020

La questione Lombardia, con l’autodifesa del presidente Fontana, e le richieste delle opposizioni: è questo l’argomento in primo piano nella puntata di "Radio anch’io" di martedì 28 luglio, alle 7.30, su Radio1. Poi, il punto su Covid, controlli e sicurezza con il Ministro della Salute, Roberto Speranza. E infine l’immigrazione, con la nuova rotta dalla Tunisia e la situazione nei centri d’accoglienza. Tra gli ospiti di Giorgio Zanchini, ci saranno anche Luigi Ferrarella, giornalista di giudiziaria de Il Corriere della Sera; Danilo Toninelli, senatore M5S, ex ministro delle Infrastrutture e Trasporti; Riccardo Molinari, capogruppo Lega alla Camera; Jacopo Pensa, legale di Attilio Fontana; Andrea Crisanti, professore di Microbiologia e virologia all'università di Padova e direttore dell'Unità complessa diagnostica di microbiologia della Asl di Padova; Giovanni Toti, presidente Regione Liguria - leader di Cambiamo!; Matteo Mauri, viceministro all'Interno (Pd); Azzurra Meringolo, redazione esteri del Gr Rai; Roberto Gambino, sindaco di Caltanissetta; Angela Caponnetto, inviata di Rainews.

Il successo e i trionfi, ma anche gli ostacoli, le discussioni, e le tragedie. Brian May e Roger Taylor, con giornalisti e discografici, raccontano una band leggendaria nel documentario in due parti “Queen: Days of Our Lives”, che Rai Cultura propone martedì 28 luglio alle 23.00 su Rai5 (canale 23). Attraverso immagini d'archivio, interviste e filmati rari, si ripercorrono le vite di quattro uomini che hanno profondamente influenzato la musica pop del XX secolo e oltre. La prima parte racconta gli esordi negli anni '70: la popolarità di Freddie Mercury, Brian May, Roger Taylor e John Deacon è oggi indiscussa, ma agli inizi non tutto è stato facile, soprattutto perché la loro proposta musicale, che mescolava pop, rock e opera, suonava insolita alle orecchie di chi lavorava nello showbiz. Poi, con l'Lp “A Night At The Opera”, che include “Bohemian Rhapsody”, un brano lungo e dal sound assolutamente nuovo per l'epoca, la band vince ogni diffidenza di pubblico e addetti ai lavori. E conquista il mondo. Nella seconda parte, obiettivo sugli anni '80, quando la popolarità dei Queen è massima, Freddie è un'icona, le performance live sono successi epocali. Attraverso interviste e filmati rari, tra i quali le ultime apparizioni di Mercury, Roger Taylor e Brian May ripercorrono i più grandi trionfi e le peggiori tragedie del gruppo. Negli anni la band ha imparato che, se raggiungere la vetta del successo è difficile, restarci lo è ancora di più. Incomprensioni, divergenze e tensioni all'interno del gruppo rischiano di distruggere tutto. Poi, l'esibizione di Freddie al Live Aid e i record del "Magic" tour nel 1986: i Queen conquistano finalmente e per sempre un posto speciale tra i migliori. Il mondo è ai loro piedi quando la tragedia della malattia di Freddie colpisce all'improvviso.

Su Rai RadioLive, “Questioni di Stilo” racconterà il Marateale 2020, Festival cinematografico che si svolgerà il 31 luglio ed il 1 agosto a Maratea, con grandi eventi e molte star. Nella puntata di martedì 28 luglio, alle 19, Sabina Stilo intervisterà Nicola Timpone, patron e organizzatore della manifestazione e Massimiliano Bruno, regista e sceneggiatore, che terrà per l’occasione, una masterclass sul cinema. Quest’anno, spazio anche alla danza con Kledi Kadiu, Anbeta Toromani e Alessandro Macario che balleranno sulle note dei grandi maestri scomparsi di recente: Ennio Morricone e Ezio Bosso.I più giovani avranno modo di applaudire il bravissimo attore emergente Lorenzo Zurzolo, che dopo il successo del film “ Sotto il sole di Riccione “ e della serie televisiva “Baby”, presenterà il suo nuovo film in uscita, “Week end”. La puntata si chiuderà con l’intervento di Rocco Papaleo, uno degli attori più attesi della kermesse. “Questioni di Stilo” si ascolta al link www.radiolive.rai.it, oppure su Rai Play Radio, sulle radio Dab+ e sul digitale terrestre televisivo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza