cerca CERCA
Venerdì 09 Dicembre 2022
Aggiornato: 14:16
Temi caldi

Moschino 'home couture'. E in passerella Jeremy Scott cita Kubrick

24 febbraio 2022 | 22.02
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Alcuni dei key look di Moschino per la fw 2022

Ci sono quadri e pendole, teiere e orologi a cucù. E poi comò, arpe, paravento e chandelier. Che opulenza, che provocazione. Sfila Moschino ed è subito show. La fall winter 2022 firmata Jeremy Scott è un omaggio, neanche troppo velato, alla casa, con elementi tipici di una grande dimora o di una camera elegante che decorano i corpi e le teste delle modelle. L’ispirazione? Parte dagli archivi del brand e in particolare da due collezioni del 1989 e 1990 nelle quali Franco Moschino si era scatenato con manopole ed elementi dedicati alla casa, dai rubinetti e spille alle spille forma di posate. 

In passerella le super top di ‘casa Moschino’ si trasformano in pezzi d’arredamento o opere d’arte viventi. Maria Carla Boscono avvolta in un abito vestaglia chandelier, le sorelline Bella e Gigi Hadid, rispettivamente con un abito con scollatura a forma di serratura e in versione statua vivente interamente ricoperta d’oro. Per una notte, ecco le muse di Scott trasformate in old rich ladies. Sono ragazze borghesi ma senza senso di colpa, ‘guilt without guilt’, come recita un ricamo su un abito nero o ‘maid in Italy’. Very chic, anzi very Moschino. Siamo al Palazzo del Ghiaccio di Milano, ma potrebbe essere una scena della pellicola di Stanley Kubrick. Qualcuno ha detto argenteria? Eccola, pende dalle cinture e orecchini, si arrampica sulle spille. Ci sono l’abito a paravento cinese laccato e la borsetta a forma di cestino per lo champagne, gli abiti arazzo e il piccolo astronauta con la faccia di Jeremy Scott portato in grembo da una modella. 

Immancabili i trompe l’oeil à la Moschino maniera, i cappelli a forma di candelabro, di vaso e di abat-jour, che portano la firma inconfondibile di Stephen Jones. La giacca abito da smoking è reinventata con i manici cimelio come bottoni, il sofà diventa un abito senza spalline, la pendola un long dress, gli orologi dei baschi, la teiera d’argento è una borsetta a mano e uno scenografico abito da sera ha le spalline a forma di orologi a cucù. 68 le uscite in passerella, che merita un capitolo a parte, grazie al set che riprende la casa di ‘2001: Odissea nello spazio’ con il pavimento di Led, boiserie azzurra alle pareti e poltrone verde acido. Massimalista e opulente, ancora una volta è Jeremy Scott alla massima potenza. Come dimostra lo stilista stesso, che esce in passerella vestito come l’astronauta di Kubrick con tanto di tuta rossa e casco in testa.  (di Federica Mochi)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza