cerca CERCA
Giovedì 26 Maggio 2022
Aggiornato: 10:35
Temi caldi

Mostra Venezia, lo chef dei vip: "Farò piatti più easy e distanze fra i tavoli"

25 maggio 2020 | 13.58
LETTURA: 2 minuti

alternate text

di Ilaria Floris

"La notizia bella è che stiamo uscendo da questo grande tsunami: è confermata la mia presenza al Lido di Venezia durante la Mostra del Cinema, e pensando che fino ad un mese fa sembrava non dovesse esserci niente, è una cosa che fa ben sperare. Sono 11 anni che faccio la Mostra, sono felicissimo". A dirlo all'Adnkronos è lo chef dei vip Tino Vettorello, storico ristoratore del Lido che ha ospitato i più grandi attori e registi del pianeta.

"Le modalità con cui lavoreremo, alla luce della conferma di ieri, sono allo studio -spiega Vettorello- dobbiamo ripensare un po' a tutto. La cosa importante è dare la possibilità alla gente che viene a mangiare di stare tranquilla al ristorante, fruendo degli spazi di supporto alla mostra nella maniera più consona e in sicurezza".

Nel concreto, spiega lo chef che ha studiato piatti appositi per tante star, tra cui George Clooney, "i famosi 'separé' in plexiglass non ci saranno, a me non piacciono - dice Vettorello- Io penso che si debbano distanziare i tavoli, e dare un servizio maggiore, con dei piatti ripensati in questa fase".

E a proposito dei suoi famosi piatti, il noto cuoco dei vip rivela che ci saranno dei cambiamenti 'post pandemia' adeguati alle esigenze legate alla situazione. "I piatti li stiamo studiando in modo che rispettino alcune esigenze di sicurezza -spiega meglio Vettorello, che proprio per le esigenze date dalla pandemia sta aprendo un locale nuovo a Jesolo completamente open, che sia 'in linea' con questo momento- nel senso che non saranno più magari dieci degustazioni, ma piatti unici o al massimo due portate". "Questo perché così eviteremo di avere troppo 'assedio' al tavolo, senza che ci siano troppi camerieri che avvicinano il cliente e meno personale che si reca da chi mangia. In questo momento, bisogna lasciare il cliente come fosse a casa", dice lo chef. Che conclude: "Anche con tutte queste nuove norme da rispettare, è una cosa bellissima. Vedere ripartire i grandi eventi, vedere la prima bandierina che si piazza, fa venire davvero voglia di ricominciare".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza