cerca CERCA
Giovedì 24 Giugno 2021
Aggiornato: 22:27
Temi caldi

Tennis: Nadal, non sono pronto per vincere Australian Open

17 gennaio 2015 | 11.35
LETTURA: 2 minuti

Lo spagnolo non si considera tra i favoriti nel primo Slam stagionale: "Rientro dopo un lungo stop, è una situazione complicata e lo sa tutto il mondo"

alternate text

"Non sono pronto per vincere qui". Rafa Nadal si cancella dalla lista dei candidati al successo nell'Australian Open. Il primo Slam stagionale comincia lunedì a Melbourne e lo spagnolo, numero 3 del mondo e finalista un anno fa, è ancora alla ricerca della condizione migliore dopo una lunga serie di problemi fisici.

A luglio dello scorso anno si è fatto male al polso in allenamento, a ottobre è rientrato nel circuito ma dopo un mese si è dovuto fermare nuovamente per appendicite. Dopo l'operazione e la ripresa, altri guai alla spalla, sottoposta ad un trattamento con cellule staminali. Con pochi match di rodaggio, il mancino si presenta a Melbourne Park con un profilo basso.

Lunedì debutterà contro il russo Mikhail Youzhny. "Non mi considero uno dei favoriti. L'anno scorso potevo esserlo, ma adesso no. Oggi non mi sento pronto per vincere. Magari, se dovessi parlare tra una settimana, potrei dire qualche altra cosa dopo aver trovato un po' di ritmo e di fiducia. Ma in questo momento c'è la sensazione di essere lontani dal livello normale di gioco", prosegue.

"Con 4 o 5 partite giocate in 7 mesi, non posso essere considerato un favorito in un torneo che non si disputi sulla terra battuta. Quando si arriva da un lungo stop, la situazione è complicata", dice ripensando all'inizio del 2013, quando tornò in campo dopo una lunga assenza per guai ad entrambe le ginocchia.

Due anni fa, Nadal finì per vincere 10 tornei e per riconquistare la vetta nel ranking. "Quando arrivai a Vina del Mar o a San Paolo -dice ricordando i primi tornei giocati nel 2013- le sensazioni erano orribili, come era logico. E' scontato, quindi, dire che non sono favorito qui. Tutto il mondo la pensa così".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza