cerca CERCA
Martedì 27 Settembre 2022
Aggiornato: 18:55
Temi caldi

Cannes: megaparty per i 45 anni di Naomi Campbell

22 maggio 2015 | 13.18
LETTURA: 6 minuti

Party in grande stile e pieno di star domani sera per il compleanno della supermodella alla vigilia della chiusura del festival. Ci saranno anche di Leonardo DiCaprio e Puff Daddy avrà anche uno scopo benefico: una raccolta fondi per le vittime del terremoto in Nepal Gli auguri di Briatore: "Migliora con gli anni, è un vero fenomeno"

alternate text
Naomi Campbell (foto Infophoto)

Party in grande stile a Cannes per i 45 anni di Naomi Campbell, che compie gli anni oggi ma festeggerà domani sulla Croisette. La supermodella che è stata fotografata in Costa Azzurra già da mercoledì terrà una gran festa piena di star domani sera, che secondo il 'Sun' vedrà tra gli ospiti anche Leonardo DiCaprio e Puff Daddy. L'attore di 'The Wolf of Wall Street' e il rapper e produttore di hit come 'Nasty Girl' saranno infatti coinvolti nell'organizzazione del party che prevede anche una raccolta fondi per le vittime del terremoto in Nepal attraverso la fondazione benefica Fashion For Relief fondata nel 2005 dalla Campbell per organizzare raccolte fondi dopo la tragedia dell'uragano Katrina.

La Campbell, la cui carriera ha spaziato tra passerelle di moda, set fotografici, cinematografici e studi di registrazione musicali, è iniziata ha soli 8 anni (nel videoclip di 'Is This Love' di Bob Marley), a Cannes è stata fotografata in compagnia di un accompagnatore per ora rimasto senza nome. Nata il 22 maggio del 1970 a Londra si è guadagnata con una delle carriere più lunghe e fortunate del mondo della moda - nonostante il carattere difficile e a tratti irascibile che le ha procurato anche diversi guai giudiziari in passato - il soprannome di 'Venere Nera' ed è stata inserita dalla rivista 'People' tra le 50 donne più belle del mondo.

La sua carriera di modella cominciò a decollare a metà degli anni '80. Nell'aprile 1986, a soli 15 anni, Naomi apparve sulla copertina di 'Elle', mentre nell'agosto 1988, 18enne, fu la prima donna di colore ad apparire sulla copertina di 'Vogue' e di 'Time Magazine'. Ha sfilato ed è stata testimonial di molte delle più importanti maison di moda: Fendi, Prada, Ralph Lauren, Burberry, Valentino, Versace, Roberto Cavalli, Yves Saint Laurent, Dolce&Gabbana, Louis Vuitton e molte altre. Dsquared, Chloé, Emanuel Ungaro, Guess, Iceberg, Escada, Yohji Yamamoto, Lee Jeans, Pinko e molte altre. Ha posato senza veli per la rivista 'Playboy' ed ha partecipato al noto libro fotografico di Madonna 'Sex'. Successivamente ha partecipato a videoclip per cantanti come Michael Jackson, Notorius B.I.G., George Michael, Puff Daddy e Macy Gray. Nel 1995 ha tentato il debutto come cantante, con il singolo 'Love and Tears', contenuto nell'album Baby Woman, che vendette 1 milione di copie nel mondo ma fu stroncato dalla critica.

Oltre ad alcune partecipazioni da guest star in note serie tv americane come 'I Robinson' e 'Willy, il principe di Bel Air', Naomi ha fatto anche qualche film: il primo fu nel 1991 'Cool as Ice'. Nel 1996 è stata diretta da Spike Lee in 'Girl 6 - Sesso in linea'. Del 1997 è invece un piccolo cameo in 'Hollywood brucia'. L'unico ruolo da protagonista è stato quello in 'Testimone scomoda' del 1999. Nel 2006 ha interpretato il cortometraggio della Pirelli 'The Call', diretto da Antoine Fuqua per il web, dedicato al celeberrimo Calendario Pirelli. Attualmente è tra i coprotagonisti della serie tv Usa di gran successo 'Empire', interpretata da Terrence Howard, che racconta le vicende di una dinastia di artisti ed imprenditori musicali del mondo dell'hip hop. Ma Naomi è entrata anche nel mondo dei fumetti: il personaggio di Marie Laveau in 'Zagor' è disegnato con le fattezze della Campbell.

La vita privata di Naomi è sempre stata oggetto dell'attenzione dei giornali di gossip di tutto il mondo. Tra i suoi veri o presunti flirt ci sono quelli con Mike Tyson, Joaquin Cortes, Puff Daddy, Max Biaggi, Flavio Briatore, Matteo Marzotto, Robert De Niro, Leonardo di Caprio, Adam Clayton, Eric Clapton, Alberto di Monaco, Robbie Williams, Lewis Hamilton, il presidente venezuelano Hugo Chavez, il magnate russo Vladimir Doronin.

Ma Naomi è stata per un lungo periodo tristemente nota al livello planetario anche per i suoi attacchi d'ira. Per citare solo alcuni episodi finiti sui giornali di tutto il mondo: nel 2005 ha picchiato infatti la sua amica e collega Yvonne Sciò; nel 2008 ha insultato verbalmente un dipendente dell'aeroporto di Heathrow, ricevendo una condanna a 200 ore di lavori nei servizi sociali. E ancora nel 2010 ha picchiato l'autista che stava guidando la sua auto, per poi darsi alla fuga tra le vie di Manhattan. Denunciata dalla vittima dell'aggressione, è stata anche presa momentaneamente in custodia alla polizia di New York. Ma di queste intemperanze, si è poi pentita in pubblico, sempre nel 2010, in un'intervista rilasciata alla Winfrey. E da alllora sembra decisamente essersi calmata. L'età non ha cambiata la sua bellezza ma forse ha aumentato la sua saggezza.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza