cerca CERCA
Lunedì 02 Agosto 2021
Aggiornato: 01:01
Temi caldi

Mali: il 15 luglio al via negoziati per risolvere crisi nel nord

08 luglio 2014 | 11.08
LETTURA: 3 minuti

Trattative ad Algeri, si discuterà di autonomia regionale ma percorso si preannuncia complesso

alternate text

I negoziati per risolvere la crisi di sicurezza nel nord del Mali e raggiungere una pace definitiva tra il governo di Bamako e i gruppi ribelli si apriranno il 15 luglio ad Algeri. E' quanto hanno rivelato "fonti ben informate" al quotidiano maliano 'L'Indépendant', secondo cui alle riunioni parteciperanno "il governo e i rappresentanti dei vari gruppi armati e di quelli di autodifesa, sotto l'egida della comunità internazionale rappresentata dalla Minusma (missione Onu nel nord del Mali), dalla Francia, dall'Unione Africana, dalla Comunita' economica dei Paesi dell'Africa occidentale, dall'Algeria e dal mediatore burkinabé", che aveva già mediato la fine della guerra a giugno dello scorso anno.

Come si legge sul quotidiano, queste discussioni "si annunciano difficili nella misura in cui il governo è fermo su quelle che definisce linee rosse invalicabili", vale a dire "il rispetto dell'integrità territoriale del Mali, l'unità e l'indivisibilità del territorio, il rispetto della sovranità dello Stato maliano e della sua laicità", laddove i gruppi ribelli armati vorrebbero "imporre una forma di autonomia o di specificità per quello che loro chiamano l'Azawad", ossia il nord del Mali.

La proposta delle autorità maliane, invece, è quella di una "decentralizzazione che permetta a tutte le regioni del Mali di gestire ampi settori che ora sono di competenza statale", e questo "grazie ad autorità decentralizzate elette a suffragio universale diretto", afferma il giornale. Il 9 giugno i principali gruppi ribelli del nord del Mali hanno siglato un accordo ad Algeri che stabilisce le questioni di sicurezza, economiche e culturali rimaste in sospeso con il governo di Bamako e che fungerà da piattaforma per trattative di pace tra le parti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza