cerca CERCA
Mercoledì 23 Giugno 2021
Aggiornato: 06:59
Temi caldi

Nizza, dalla Puglia a Bolzano dopo la strage: ascoltato operaio

24 luglio 2016 | 18.07
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp)

Portano fino a Bolzano le indagini sulla strage di Nizza. Su disposizione del procuratore aggiunto di Bari Roberto Rossi, nei giorni scorsi la Digos altoatesina ha sentito come "persona informata sui fatti" un operaio edile da poco domiciliato a Bolzano. E' stata proprio questa circostanza a far insospettire gli inquirenti: l'uomo, infatti, all'indomani della strage, aveva lasciato improvvisamente la sua residenza di Gravina di Puglia per trasferirsi a Bolzano.

La denuncia: "Pressioni ministeriali per dichiarare presenza agenti sicurezza"

In Puglia l'operaio era vicino di casa del tunisino Chokri Chafroud, considerato l'altra mente dell'attentato messo a segno da Mohamed Bouhlel, e l'ipotesi è che possa essersi allontanato proprio in ragione del rapporto con Chafroud. Agli investigatori l'operaio avrebbe però spiegato di aver lasciato Gravina per non perdere un'occasione di lavoro avuta a Bolzano.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza