cerca CERCA
Venerdì 17 Settembre 2021
Aggiornato: 15:25
Temi caldi

Usa: nuovi guai per Hillary, gli affari ad Haiti del fratello Tony

11 maggio 2015 | 16.19
LETTURA: 3 minuti

Il New York Times rivela che il fratello minore della candidata democratica alla Casa Bianca ha cercato di ottenere un contratto da 22 milioni di dollari per la ricostruzione di case ad Haiti, mentre Bill Clinton coordinava gli aiuti all'isola devastata dal terremoto.

alternate text
Hillary Clinton (Foto Infophoto)

Nuovi "guai familiari" in vista per Hillary Clinton, ma questa volta arrivano dal fratello, Tony Rodham, uomo d'affari che in questi anni si è distinto soprattutto dai tentativi di sfruttare la sorella, e il cognato famoso, che per i suoi effettivi successi. E con un articolo pubblicato in prima pagina il New York Times oggi rivela che il fratello minore della candidata democratica alla Casa Bianca ha cercato di ottenere un contratto da 22 milioni di dollari per la ricostruzione di case ad Haiti, proprio mentre Bill Clinton era copresidente della commissione per gli aiuti all'isola devastata dal terremoto.

Non solo. Il giornale newyorkese rivela che, stando alle carte di una causa con collegata a questa vicenda di tre anni fa, Rodham ha dichiarato che l'ex presidente Clinton lo aveva aiutato a superare le difficoltà burocratiche per far avanzare il progetto edilizio - alla fine mai realizzato - che si sarebbe dovuto realizzare in su terreni che, sosteneva ancora il fratello di Hillary, che gli erano stati "donati" da "un tizio in Haiti".

"Ho potuto avere i contatti attraverso la Clinton Foundation, mi hanno messo in contatto con funzionari di Haiti - si legge in una trascrizione della testimonianza - io ho dato il tormento a mio cognato, e lui continuava a dirmi, 'si risolve domani, domani, domani'. Ma domani non è mai venuto".

I portavoce di Clinton e della Fondazione hanno negato di aver avuto alcun coinvolgimento nell'affare ad Haiti di Rodham e di non essere neanche a conoscenza della sua esistenza. Vicenda Haiti a parte, dalle carte del processo a Rodham per il mancato pagamento degli alimenti all'ex moglie, emergono altri dettagli della dinamica dei rapporti familiari.

Trovandosi senza lavoro e soldi nel 2010, Rodham chiese aiuto ai Clinton e l'ex presidente gli fece avere un lavoro da 72mila dollari all'anno con GreenTech Automotive di Terry McAuliffe, storico clintoniano ed ora governatore della Virginia.

Insomma, i Clinton sembrano essere veramente sfortunati con i fratelli, se si pensa alle vicissitudini di Roger Clinton, che ha scontato un anno di prigione per spaccio di cocaina. Imbarazzante è anche la figura dell'altro fratello di Hillary, Hugh, candidatosi senza successo al Senato in Florida durante il primo mandato Clinton alla Casa Bianca.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza