cerca CERCA
Domenica 19 Settembre 2021
Aggiornato: 00:09
Temi caldi

Novara: arresti per estorsione e usura, carcassa di animale davanti a ditta per farsi pagare

19 dicembre 2014 | 18.49
LETTURA: 2 minuti

Gli strozzini minacciavano le vittime per farsi pagare, arrivando ad appendere la carcassa di un animale davanti all’azienda per spaventare l'imprenditore e avere il denaro. econdo le indagini, coordinate dalla procura di Novara, a capo della banda c’era Giuseppe Di Giovanni, detto “Pino”, 52enne di origini palermitane residente nel novarese. Al centro dell’attività del gruppo, un giro di usura, estorsioni e riciclaggio di denaro (GUARDA IL VIDEO)

alternate text

Gli strozzini minacciavano le vittime per farsi pagare, arrivando ad appendere la carcassa di un animale davanti all’azienda per spaventare l'imprenditore e avere il denaro. E’ uno degli episodi emersi nel corso delle indagini della Squadra Mobile di Novara contro una banda di strozzini che oggi ha portato a sette arresti tra il novarese e il nord Italia.

Secondo le indagini, coordinate dalla procura di Novara, a capo della banda c’era Giuseppe Di Giovanni, detto “Pino”, 52enne di origini palermitane residente nel novarese. Al centro dell’attività del gruppo, che era penetrato in diversi settori economici novaresi, un giro di usura, estorsioni e riciclaggio di denaro. Un malaffare stimato in oltre due milioni di euro derivante da estorsioni e usura con tassi di interesse che arrivavano anche al 511%. Documentati anche contatti con la criminalità organizzata. (GUARDA IL VIDEO)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza