cerca CERCA
Martedì 03 Agosto 2021
Aggiornato: 01:24
Temi caldi

Peschereccio attaccato da libici, il timoniere: "Contro di noi 100 colpi di mitra"

08 maggio 2021 | 13.05
LETTURA: 1 minuti

Girolamo Giacalone: "Volevano sequestrarci"

alternate text
(Foto Fotogramma)

Avrebbe sparato "almeno 100 colpi" contro il peschereccio Aliseo la Guardia costiera libica che "ci voleva sequestrare. Poi non so chi è intervenuto da Roma e poi si è trovata la soluzione". A parlare è Girolamo Giacalone, timoniere dell'imbarcazione, parlando con i giornalisti al porto di Mazara del Vallo poco dopo l'attracco. "Eravamo in navigazione verso la Grecia, perché l'elicottero della Marina ci aveva invitato a spostarci", dice. "Poi, dopo un'oretta ci siamo trovati la motovedetta libica che ci inseguiva. I primi colpi erano a salve, ma poi hanno iniziato a colpire i vetri e abbiamo fermato le macchine anche perché il comandante è rimasto ferito". E' sempre lui a spiegare che i libici avrebbero sparato "almeno 100 colpi". "Io facevo sali e scendi per aiutare il comandante, hanno sparato ovunque, i proiettili hanno perforato le lamiere, se fossimo passati da lì saremmo morti. E' stato un miracolo che oggi siamo tutti vivi".

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza