cerca CERCA
Domenica 05 Dicembre 2021
Aggiornato: 14:16
Temi caldi

Poste, Del Fante: "La qualità c'è"

16 luglio 2019 | 14.13
LETTURA: 3 minuti

alternate text
L'ad di Poste Italiane Matteo Del Fante all'inaugurazione dell'hub di Bologna (Foto dal profilo Twitter di Poste Italiane)

Poste Italiane non teme la concorrenza degli altri grandi operatori. "Abbiamo 65mila persone che arrivano nelle case degli italiani. Le abbiamo solo noi e ce le teniamo strette", ha detto Matteo Del Fante, amministratore delegato del gruppo, a margine della presentazione dell'hub logistico di Bologna, inaugurato oggi.

Per quanto riguarda la questione della capacità di smistamento, "il problema è nella gestione dei picchi. Serve una capacità - ha spiegato ancora Del Fante - tendenzialmente sovradimensionata. Oggi i clienti possono vedere quanti pacchi non abbiamo consegnato in tempo e se succede, il mese dopo non avrai business. Siamo esposti, i clienti che non sono contenti ci scrivono e gli operatori ci tolgono business".

"Quindi - ha precisato - il fatto che nel primo trimestre del 2019 i volumi dei pacchi sono cresciuti del 35% significa che la qualità c'è".

Il ritardo degli italiani nei consumi online non è necessariamente un fatto negativo, anzi "sarà un'opportunità nel futuro" per Poste Italiane.

"Il nostro Paese - ha infatti spiegato - è indietro solo per quanto riguarda i consumi ma non sul fronte operativo. Gli italiani si sono solamente avvicinati più tardi al fenomeno e quindi abbiamo una media pacchi consegnati pro capite che è circa un terzo di quella europea. Per noi si tratta quindi di una opportunità, perché nel tempo questo gap si ridurrà e l'incremento in Italia del segmento sarà più alto degli altri Paesi".

"Noi - ha concluso - abbiamo a disposizione i postini e il 95% dei pacchi è 'portalettabile', per cui abbiamo un ruolo naturale che vogliamo cogliere in pieno".

Poste italiane "continuerà a investire nei punti nevralgici della sua rete. Abbiamo già avviato investimenti, che sono nel piano industriale che abbiamo presentato. A breve non ci saranno inaugurazioni come quella di oggi, ma nel 2020 ci saranno novità". "Abbiamo già annunciato le iniziative e abbiamo anche individuato le aree" tra cui "qualcosa anche al centro sud", ha aggiunto l'ad.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza