cerca CERCA
Domenica 26 Settembre 2021
Aggiornato: 23:48
Temi caldi

Pupi Avati: "Torna il fascismo? Macché"

22 novembre 2019 | 17.32
LETTURA: 1 minuti

alternate text

Oggi può tornare il fascismo? “Macchè, io il fascismo l'ho vissuto ed è stata una cosa terrificante, non lo si può paragonare a niente, non c'è nessun tipo di premesse per cui oggi si possa correre questo rischio. Non mi sembra che ci sia nessun pericolo democratico, né da destra né da sinistra”. Lo dice Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, il regista e autore Pupi Avati, che è stato ospite della trasmissione condotta da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro.

Perché allora a volte la sinistra utilizza questo argomento? “Perché la sinistra ha bisogno di utilizzare qualche spauracchio. Mi permetto di dire che non ci sono le condizioni: chi lo dice non sa cosa sia stato il fascismo, totalmente. Durante il fascismo mio nonno e mio padre rimasero chiusi in casa tre anni, uscendo solo la notte. Io l'ho vissuto purtroppo”. Tornando alla politica di oggi, da chi preferirebbe che l'Emilia Romagna venisse guidata dalla Borgonzoni o da Bonaccini? “La domanda mi crea imbarazzo, non posso esser sincero. Se dico una cosa so che un dolore ad una parte dei miei cari, e viceversa...”. In queste ore si parla molto del M5S in rapporto all'Emilia Romagna. E' mai stato affascinato dai grillini? “No, per niente. Tutte queste cose dettate solo dalla protesta non mi interessano molto”, ha concluso il regista a Rai Radio1.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza