cerca CERCA
Venerdì 20 Maggio 2022
Aggiornato: 20:17
Temi caldi

Quirinale 2022, Salvini: "Nomi di alto profilo, ne faremo altri"

26 gennaio 2022 | 16.53
LETTURA: 2 minuti

Vertice del centrodestra domani mattina, sul tavolo il nome di Casini

alternate text
(Afp)

"Lavoro con fiducia, serietà e ottimismo. La soluzione può essere vicina". Il leader della Lega, Matteo Salvini, si esprime così dopo la terza votazione per l'elezione del Presidente della Repubblica.

Leggi anche

Entrando all'assemblea dei grandi elettori della Lega, Salvini fa sapere che oltre alla terna proposta ci sono altri nomi che il centrodestra potrà esprimere. "Noi abbiamo fatto nomi di alto profilo, ne faremo anche altri" dice il leader della Lega.

"Cosa voteremo domani? Lo dirò ora ai miei grandi elettori che incontro, mi pare giusto dirlo prima a loro - risponde ai cronisti - Tenete i telefonini accesi, sarà una cosa lunga nottata di lavoro".

Quanto al premier, "continuo a ritenere che Draghi è un prezioso regista e collante della coalizione di governo, che deve ricominciare a lavorare dalla prossima settimana".

Salvini smentisce poi qualsiasi incontro con il costituzionalista Sabino Cassese. "Non so dove abita - dice il leader della Lega - Abita ai Parioli? Non ci sono stato oggi dalle parti dei Parioli...".

Poi, parlando ai grandi elettori della Lega, spiega che ci saranno nuovi incontri serali in vista di un'intesa sul Colle: "Vedrò i leader degli altri partiti, Letta, Conte e gli altri".

"Tenetevi pronti per essere convocati anche alle tre del mattino" dice ai suoi grandi elettori, spiegando che la situazione resta aperta.

"Le elezioni del Capo dello Stato sono un momento importante, in passato ci hanno messo anche più tempo a eleggere il presidente, restiamo calmi" è l'invito che avrebbe rivolto. "Non ci sia tutta questa ansia", avrebbe chiesto ancora.

Nel pomeriggio, c'è stata una lunga e cordiale telefonata tra Salvini e Silvio Berlusconi, come rendono noto la Lega e Forza Italia. I due leader "hanno fatto il punto della situazione, in particolare a proposito del Quirinale".

VERTICE CENTRODESTRA, SUL TAVOLO NOME DI CASINI - Il centrodestra tornerà a riunirsi domani mattina per cercare di tirare le fila di una giornata cruciale per il prossimo Presidente della Repubblica. Sul tavolo, in prima battuta, si apprende, l'opzione politica di Pier Ferdinando Casini, perché la strada di Draghi al momento sarebbe in salita. Sull'ex presidente della Camera allo stato ci sarebbe la convergenza dei gruppi centristi, naturalmente, ma anche di Fi. Manca l'ok della Lega. Fdi ha fatto sapere di aver dato mandato a Salvini per condurre le trattative. Secondo alcuni rumors raccolti in Transatlantico, rimane anche l'idea di un nome di alto profilo, finora non lanciato nella 'gara', cioè Paola Severino. Anche Sabino Cassese non sarebbe fuori dalla corsa. Sullo sfondo, ancora il Mattarella bis.

FUMATA NERA - La terza votazione ha attribuito 125 preferenze al presidente Sergio Mattarella. Dopo di lui il candidato di bandiera di Fratelli d'Italia, Guido Crosetto, con 114 voti; Paolo Maddalena, con 61; Pier Ferdinando Casini, con 52. Le schede bianche sono state 412, le nulle 22, i voti dispersi 84. Presenti e votanti 978. Domani alle 11 quarta votazione, con quorum che scende alla maggioranza assoluta del plenum, pari a 505.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza