cerca CERCA
Venerdì 17 Settembre 2021
Aggiornato: 16:24
Temi caldi

Rapporto Censis, italiani dicono 'no' a politici in tv

06 dicembre 2019 | 10.48
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Foto Fotogramma)

Gli italiani sono interessati alla politica, che costituisce "il principale oggetto dell'attenzione", ma dicono 'no' ai politici in televisione. E' il paradosso messo in luce dal 53esimo Rapporto Censis secondo cui le "cronache della politica" coinvolgono "il 42,4% della popolazione" tanto che "le vite di governi e partiti rappresentano, in assoluto, il genere di notizie più ricercato". Ciononostante, rileva l'istituto di ricerca, "il 90,3% dei telespettatori rinuncerebbe di buon grado alla vista di un politico in tv", preferendo attori, scienziati e cantanti.

Italiani stressati, uno su due è per 'uomo forte al potere

Nel dettaglio, la cronaca politica supera "di oltre 10 punti percentuali le voci classiche dei palinsesti come lo sport (29,4%) o la cronaca nera (26,1%) e rosa (18,2%). Nelle diete informative, un rilievo ancora minore è attribuito alle notizie di taglio economico (15,3%) e soprattutto alla politica estera (10,5%)". Secondo il Censis, però, "potendo scegliere, gli italiani affermano di preferire scienziati, medici e altri esperti (73,1%), il talento di attori, cantanti o ballerini (46,7%), oppure vorrebbero che fosse dato più spazio in tv all’eloquenza di poeti, scrittori e filosofi (43,5%)".

L'avvicinamento della società "al ceto politico", osserva il Censis, "è solo apparente. E l’eccessiva personalizzazione dei leader politici può produrre l’effetto di banalizzare l’immagine delle istituzioni che essi incarnano, creando di fatto un abbassamento dei livelli di riconoscimento tra popolo e istituzioni".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza