cerca CERCA
Sabato 31 Luglio 2021
Aggiornato: 20:43
Temi caldi

Rassegna stampa: il lavoro nei quotidiani di oggi

17 maggio 2016 | 10.07
LETTURA: 5 minuti

alternate text

"Uno dei progetti che ho illustrato è quello battezzato come 'Scuola al Centro', istituti aperti durante l'estate. Per i ragazzi che restano a casa e che, inevitabilmente, finiscono a passare le giornate per strada. I ragazzi dei quartieri più disagiati di Milano, Roma, Napoli e Palermo. Un investimento da 10 milioni di euro. Se il progetto che sperimenteremo quest' estate andrà bene, perché no? Una volta avviata la rete si potrà pensare anche al giorno di festa. Molte associazioni di volontariato non hanno fondi per sostenersi e neppure luoghi adatti per accogliere molti ragazzi. Così potremo permettere a tutti di continuare l'attività. Unendo il loro lavoro a quello della scuola". Così, in un'intervista a 'Il Messaggero', il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini.

"Il vecchio sistema delle registrazioni nazionali singole e multiple è costoso e in via di superamento: la missione dell'Epo è quella di permettere agli imprenditori e agli inventori di ottenere con una sola istruttoria un brevetto valido in tutta Europa. In un'economia globalizzata come quella attuale proteggere le produzioni italiane dai falsi e dalle imitazioni è solo una parte del problema: la vera questione, oggi, è come proteggere l' innovazione su scala europea se non mondiale. Un'impresa esportatrice che pensa sia sufficiente tutelarsi con un brevetto nazionale rischia di non essere protetta su altri mercati anche più importanti del suo". Così, in un'intervista a 'Il Sole 24 Ore', Benoit Battistelli, presidente (di nazionalità francese) dello European Patent Office.

"L'etica e la legalità saranno il fil rouge di questa edizione. Presenteremo, infatti, una pubblicazione realizzata con il Dicastero della Famiglia e del Lavoro dello Stato del Vaticano sui temi che riguardano la famiglia, il lavoro minorile e femminile, la sicurezza. Ma ci soffermeremo su tante altre tematiche: la riforma costituzionale, l'avvio dell'Anpal e dell'Ispettorato nazionale del lavoro e il primo anno di Jobs Act". Così, in un'intervista a 'Italia Oggi', il presidente della Fondazione Studi dei consulenti del lavoro, Rosario De Luca, riferendosi al Festival del Lavoro che aprirà i battenti il prossimo 30 giugno. Avremo i consueti talk show con interviste a personaggi del mondo della politica, dell'economia e della nostra società e tante attività collaterali. Tra queste, l'inaugurazione della mostra dedicata ad Alcide De Gasperi, realizzata con alcuni scritti anonimi che saranno presentati al festival. Non mancherà l'appuntamento con il festival run e la premiazione dei migliori candidati al concorso 'Professionisti per passione. Agili per necessità' sulla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro".

"Auspico che le imprese mantengano e rafforzino il legame con il fondo, ma subito dopo che il ricorso alla formazione continua, in quanto strumento di crescita professionale e di sviluppo di competenze per tutto l'arco della vita produttiva dei lavoratori, venga incentivato anche dal governo e, perché no, possa essere esteso anche ai tirocinanti durante il loro periodo di esperienza lavorativa in alternanza scuola-lavoro". Così in un'intervista a 'Italia Oggi', Marco Paolo Nigi, segretario generale Confsal e vicepresidente del fondo Formazienda, commenta il XVI Rapporto Isfol sul sistema della formazione continua in Italia.

"Ovviamente la crescita è essenziale: su questo concordo perfettamente con Pier Carlo Padoan. Peraltro il governo di cui fa parte ha avviato molte importanti riforme per stimolarla, penso a quella del mercato del lavoro o alla riforma istituzionale. Però sono scettico verso chi pensa che il problema del debito si possa affrontare facendo altri debiti, o che il deficit sia la via giusta per favorire la crescita. A mio parere non c'è contrasto tra crescita e solidità dei bilanci. E sui conti pubblici, l'Italia non è certo un modello". Così, in un'intervista a 'La Repubblica', Jens Weidmann, presidente della Bundesbank.

"Stiamo collaborando con il ministero del Lavoro e con l'Inps . L'obiettivo principale è quello di evitare che il voucher nasconda rapporti di lavoro non occasionali o, peggio, situazioni di sfruttamento. Mettiamo in campo delle task force composte da ispettori del Lavoro affiancati da carabinieri e forestale in 15 territori prioritari. Un' azione forte con più uomini e più mezzi". Così, in un'intervista a 'La Repubblica', Maurizio Martina ministro delle Politiche agricole.

"Nei prossimi mesi dobbiamo creare sempre più reti di imprese e usare le nuove tecnologie con l'obiettivo di realizzare distretti industriali digitali e processi produttivi integrati con cloud e piattaforme di impresa. Nel Lazio abbiamo le basi per farlo e non mancano i distretti specializzati sul territorio: penso a poli come il farmaceutico, automotive, ceramica, agroalimentare. Sta nascendo l'industria 4.0 e le piccole aziende stanno investendo molte risorse in questo nuovo modello". Così, in un'intervista a 'La Repubblica', Gerardo Iamunno, nuovo presidente delle piccole e medie imprese di Unindustria per il quadriennio 2016-19.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza