cerca CERCA
Martedì 09 Agosto 2022
Aggiornato: 18:23
Temi caldi

Referendum, Viminale: "Spese anticipate dai Comuni saranno rimborsate"

03 dicembre 2016 | 14.52
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Il Viminale "ribadisce che le risorse relative al conguaglio di quanto anticipato dai Comuni per le spese organizzative, in occasione della consultazione referendaria, saranno rese pienamente disponibili a beneficio dei Comuni stessi". Lo sottolinea, in una nota, il ministero dell'Interno dopo le proteste dei sindaci legate al taglio dei rimborsi per le spese elettorali.

L'impegno espresso dal Viminale ad Anci rassicura dopo le preoccupazioni che, anche ieri, erano state espresse da alcuni Comuni. "La Prefettura - aveva detto il presidente di Anci Campania, Domenico Tuccillo - a quattro giorni dalle consultazioni informa i Comuni che la somma stanziata per le consultazioni cambia, e si riduce a meno della metà rispetto alle precedenti consultazioni. Questo è un modo per far ricadere sui singoli Comuni gli oneri di un'organizzazione già preparata sulla base delle risorse a disposizione per le ultime elezioni".

"Con una circolare recapitata dalla Prefettura a tutti i Comuni a poche ore dell'apertura dei seggi, il ministero dell'Interno riduce del 60% le risorse destinate a sostenere le spese organizzative della consultazione referendaria sulla riforma costituzionale del 4 dicembre 2016 - aveva sottolineato Anci Puglia - Una vera e propria batosta per tutti i Comuni costretti a fronteggiare una spesa non prevista".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza