cerca CERCA
Martedì 03 Agosto 2021
Aggiornato: 09:12
Temi caldi

Prima tappa di Renzi in Usa: "Italia sia orgogliosa dell'Enel in Nevada" /Video

29 marzo 2016 | 12.53
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Matteo Renzi allo stabilimento Enel di Stillwater (Foto T.Barchielli /Palazzo Chigi)

"Dobbiamo essere orgogliosi di quello che Enel e Enel green power stanno facendo, qui siamo nel cuore dell'innovazione per una straordinaria scommessa che tiene insieme le tecnologia più all'avanguardia e i valori". Lo ha detto Matteo Renzi, in Nevada, in occasione della sua visita allo stabilimento Enel di Stillwater. "E' ora di finire con la rassegnazione che dice che la globalizzazione fa male all'Italia: la globalizzazione è la più grande occasione che l'Italia ha per tornare a essere se stessa", ha aggiunto il premier.

Renzi, gli amministratori delegati di Enel e di Enel Green Power, Francesco Starace e Francesco Venturini, e il governatore dello Stato del Nevada Brian Sandoval hanno partecipato oggi all'inaugurazione dell'impianto ibrido rinnovabile di Stillwater di Enel Green Power a Fallon, nel Nevada. Stillwater è la prima centrale al mondo a combinare tecnologie basate sul geotermico a ciclo binario a media entalpia, il solare termodinamico e il solare fotovoltaico nello stesso sito.

"Stillwater testimonia la tecnologia pionieristica ed innovativa di Enel Green Power che ha reso l'azienda un esempio di successo nel collaborare con governi e partner industriali di tutto il mondo per affrontare i temi legati all'ambiente ed al cambiamento climatico attraverso il ricorso alle rinnovabili" ha dichiarato l'ad di Enel Francesco Starace.

"Questo è un posto incredibile, dove noi possiamo 'fare' un pezzo di futuro. E' una grande opportunità per l'Italia e per gli Stati Uniti, una sfida in cui combinare valori antichi e nuove energie", ha detto Renzi. "Io credo nelle possibilità del mio Paese, nel fatto che può immaginare un futuro in cui si investe in modo differente -ha spiegato il premier-. Abbiamo tanti problemi, questi sono tempi difficili per l'Europa specie dopo i terribili eventi di Bruxelles. Nel nostro continente abbiamo paura del futuro, c'è questa sensazione per cui il futuro è un problema".

Renzi ha sottolineato: "Noi crediamo esattamente il contrario, vediamo i problemi che ci sono ma vediamo anche le possibilità. Questa è anche la grande lezione deli Stati Uniti, un Paese e un popolo incredibili". Il premier ha parlato anche di energia: "Se investiamo in tecnologia creiamo un mondo differente, un nuovo mondo. Questo è uno spazio di cooperazione tra Stati Uniti e Italia. Stillwater è un simbolo della cooperazione tra due grandi popoli, in un investimento in nuove energie, valori. Questo è il messaggio che sento di dover portare ai miei concittadini: investire in una differente idea di mondo e di futuro".

Il tour di Renzi in Usa durerà quattro giorni. Domani il presidente sarà poi a Chicago per visitare la scuola italiana e il Fermi Lab e alle 15 inaugurerà il forum 'Italy and U.S. discussion on the 21st Century Manufacturing Revolution' presso la University of Chicago Booth School of Business. Giovedì 31 arriverà a Boston dove, in mattinata, visiterà il centro IBM e poi interverrà ad Harvard. Infine, venerdì 1 aprile, si sposterà a Washington per partecipare al 'Nuclear Security Summit'.

Diario di bordo della missione americana, quattro giorni ricchi di eventi sul made in Italy e di summit internazionali....

Pubblicato da Matteo Renzi su Martedì 29 marzo 2016
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza