cerca CERCA
Giovedì 26 Maggio 2022
Aggiornato: 07:26
Temi caldi

Riapre il castello di Santa Severa. Zingaretti: "Come il Colosseo per Roma" /Vd

25 aprile 2014 | 17.37
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Ha riaperto al pubblico, dopo oltre dieci anni, il castello di Santa Severa, alla presenza del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e del sindaco di Santa Severa Roberto Vaccheca. L'apertura ha previsto un itinerario guidato all'interno del castello, di proprietà dal 2011 della Regione Lazio. Da oggi partiranno dieci giorni di apertura straordinaria. E a poche ore dall'apertura, twitta Zingaretti, ci sono "oltre 5mila prenotazioni e richieste. Una meraviglia italiana che rinasce. Il Lazio cambia''.

Una parte del complesso è occupata dagli uffici del Mibact, dal museo civico 'Museo del mare e della navigazione antica', dagli uffici della Riserva naturale regionale di Macchia Tonda ed altri servizi commerciali. I lavori di restauro del castello, finanziati dalla Provincia di Roma, sono stati avviati nel 2004 a seguito dell'approvazione, in conferenza dei servizi del progetto esecutivo. Il restauro si è concluso lo scorso luglio con la consegna delle chiavi alla Regione Lazio.

"Per questo territorio il castello di Santa Severa è come il Colosseo per Roma -ha dichiarato, durante la sua visita Zingaretti-. Dobbiamo essere all'altezza di questi luoghi dandogli una vocazione. Le potenzialità ci sono -ha proseguito- e non sono incompatibili con una fruizione culturale. Il presidente della Regione Lazio ha inoltre ricordato che il castello di Santa Severa dovrà essere uno dei fiori all'occhiello dell'eccellenza dell'Expo 2015. "Il tema dell'Expo è il cibo e questo territorio, accanto all'area di Montecassino e di Fossanova ha grandi risorse, dal vino all'enogastronomia".

"Dopo dieci anni si conclude una lunga storia di recupero e di valorizzazione dell'area che è una delle meraviglie italiane con una vocazione congressuale e di ospitalità". Otto milioni di euro di fondi europei per il restauro del castello. "Bisogna curare il territorio, renderlo accessibile alla fruizione pubblica e soprattutto promuoverlo" ha auspicato Zingaretti.

E nell'antico borgo medievale di Santa Severa il presidente della Regione ha rassicurato tutti: "Nessuno vuole aprire un albergo a cinque stelle all'interno del castello. E' una perla del nostro patrimonio deve diventare un polo culturale, attrattivo, soprattutto economico. Vogliamo portare i turisti -ha aggiunto- e trasformare l'economia di questo territorio. Siamo vicinissimi a Fiumicino, all'autostrada, al porto di Civitavecchia. Lo ripeto, Santa Severa puo' diventare un polmone economico, produttivo, culturale, anche per una parte della costa, grazie alla partecipazione delle associazioni e di tutti i cittadini. Un attivismo civico importante per la nostra regione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza