Home . Salute .

L'ultimo trend? Ringiovanire le mani. Boom di richieste dall'Italia alla Gran Bretagna

SALUTE
L'ultimo trend? Ringiovanire le mani. Boom di richieste dall'Italia alla Gran Bretagna

Mani sotto esame

Sono sempre state l'anello debole della catena del ringiovanimento. 'Cenerentole' escluse dal 'tagliando' di mezza età. Ma per le mani, da un po' di anni a questa parte, è il tempo del riscatto. In Gb è un fenomeno degli ultimi mesi: il boom di 'lifting' per fermare le lancette del tempo fin nella parte del corpo che più tradisce l'età anagrafica - le mani, appunto - è diventato solo di recente un trend evidente ai camici bianchi. In un servizio pubblicato online sul 'Daily Mail' il chirurgo estetico David Jack segnala per esempio che la domanda di trattamenti anti-age per le mani nella sua clinica londinese di Harley Street è praticamente quadruplicata quest'anno, sull'onda anche di un'attenzione 'social' che ha messo il problema sotto i riflettori, creando una moda.


A bussare alle porte dello specialista con il sogno di mani più giovani sono donne fra i 40 e i 60 anni. Come in Italia, dove però la crescita di richieste per questa ultima frontiera del ritocco estetico è un fenomeno in atto da tempo. "Nell'ultimo anno il balzo in avanti è del 4-6%. Ma in valore assoluto i numeri - fa notare Alberto Massirone, presidente della Società italiana di medicina a indirizzo estetico Agorà-Amiest - sono superiori a quelli registrati" fra le donne d'Oltremanica.

"Complice anche il nostro clima più asciutto, un fattore che incide in maniera particolarmente negativa e favorisce la perdita di elasticità della pelle sulle mani, con l'avanzare dell'età. Per fare un esempio, nella piovosa Irlanda è più facile che si mantengano idratate più a lungo", spiega l'esperto all'AdnKronos Salute.

Le italiane "stanno diventando sempre più attente" a rifuggire l'effetto 'matrigna': viso, labbra e décolleté giovani, a cui fanno da contraltare mani grinzose, con capillari visibili e macchie senili. Il tempo, infatti, non è galantuomo con questa parte del corpo. Anzi, il rischio è che le mani sembrino ancora più vecchie di quanto non sia certificato, nero su bianco, dalla carta d'identità. Oggi c'è una maggiore sensibilità al problema, assicura Massirone. "Le donne hanno capito che le mani sono esposte come labbra, viso e occhi. Essendo la conversazione fatta anche di gesti, sono la prima cosa che si vede quando si interagisce con l'altro".

La richiesta è dunque quella di cancellare i segni dell'età anche dalle mani, adeguandole all'estetica garantita dai ritocchi a viso e décolleté. "Siamo noi stessi medici a non tralasciare più questo dettaglio - sottolinea Massirone - Sottoponiamo le pazienti a una valutazione completa del grado di invecchiamento che non esclude le mani. Si valuta tutto, anche la nutrizione e lo stile di vita. Il check up della cute è da 10-15 anni un elemento di studio e si è ormai consolidato". E con l'aumento dell'attenzione anche da parte dell'universo femminile, il 'refresh' diventa sempre più a 360 gradi e va oltre l'intervento sulle rughe di espressione.

"La mano viene valutata a livello cutaneo e sottocutaneo". Si monitora l'elasticità, se la pelle è sottile, se le vascolarizzazione tende a superficializzarsi (cioè se le vene diventano più visibili) e si considera la presenza di macchie. Poi, spiega Massirone, "a seconda della persona si individua il trattamento più adatto alle caratteristiche della pelle. Tendenzialmente si comincia con una rivitalizzazione graduale. Un trattamento che in genere garantisce una durata di 6-8 mesi. A seconda dell'esito della valutazione si può procedere con microiniezioni di Prp, plasma ricco di piastrine, o con cicli di rivitalizzanti - ne esistono 5-6 tipologie - che vengono somministrati una volta a settimana per 3-4 volte, al massimo 6. Un'altra possibilità sono i filler, o ancora il lipofilling", trattamento che prevede il prelievo di grasso da altre zone del corpo per reimmetterlo sulla parte desiderata, il dorso delle mani in questo caso, e dare volume. Per quanto riguarda infine le cosiddette 'lentigo' senili, le macchie che compaiono con l'età, "si può agire con il laser".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.