Cerca

Uomo paralizzato torna a camminare dopo un trapianto di cellule nasali

MEDICINA
Uomo paralizzato torna a camminare dopo un trapianto di cellule nasali

(Adnkronos Salute) - Un uomo paralizzato torna a camminare grazie a un trapianto di cellule del naso. David Fidyka, 40enne polacco rimasto paralizzato dopo essere stato accoltellato nel 2010, è tornato a camminare grazie a una rivoluzionaria terapia con cui gli sono state trapiantate nel midollo spinale cellule della cavità nasale. Fidyka, nonostante molti mesi di fisioterapia intensiva, non aveva mai mostrato prima alcun segno di ripresa. A riferire l'eccezionale intervento è la Bbc, che ha avuto accesso esclusivo al progetto e ha seguito per un anno la riabilitazione del paziente. Fidyka ora può camminare grazie a una sorta di imbracatura.


Il trattamento è stato effettuato in Polonia da chirurghi locali in collaborazione con gli scienziati a Londra. Per Fidyka, camminare di nuovo è stata "una sensazione incredibile. Quando non riesci a sentire quasi metà del tuo corpo - ha dichiarato - sei impotente. Ma quando la sensazione ritorna è come se tu nascessi di nuovo". Per Geoff Raisman invece, direttore del dipartimento di Rigenerazione Neurale allo University College London's Institute of Neurology a capo dell'équipe che ha portato a termine la terapia, il risultato "è più impressionante dell'uomo sulla Luna".

Per arrivare a questo miracoloso risultato sono state utilizzate speciali cellule olfattive (OECs). Di fatto, agiscono come cellule che aiutano le fibre nervose del sistema olfattivo a rinnovarsi continuamente. Nella prima delle due operazioni i chirurghi hanno rimosso uno dei bulbi olfattivi del paziente e hanno coltivato le cellule in coltura. Due settimane più tardi hanno trapiantato queste cellule nel midollo spinale spezzato dalle coltellate. Sono state circa 100 le micro-iniezioni praticate sopra e sotto la lesione, mentre 4 sottili strisce di tessuto nervoso (prelevato dalla caviglia) sono state poste sulla lesione (di 8 mm).

Dopo il trapianto, il paziente ha intrapreso un percorso di potenziamento muscolare - cinque ore al giorno, cinque giorni a settimana - all'Akson Neuro-Rehabilitation Center di Wroclaw. Tre mesi dopo l'operazione, Fidyka ha iniziato a recuperare il muscolo della gamba sinistra e a percepire caldo, freddo e puntura di aghi nella parte inferiore del corpo. Sei mesi dopo l'intervento, era in grado di muovere i primi passi con il supporto di un fisioterapista. Ora, a due anni dal trapianto, può camminare al di fuori del centro di riabilitazione utilizzando una sorta di imbracatura.

Pawel Tabakow, consulente neurochirurgo presso il Wroclaw University Hospital, che ha guidato il team di ricerca polacca, ha dichiarato: "E' incredibile vedere come la rigenerazione del midollo spinale, qualcosa che si pensava impossibile per molti anni, sta diventando una realtà".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.