Cerca

Nata Alleanza globale Alzheimer, Governi uniti per vincerlo

Federazione Alzheimer Italia rappresentante unico per il nostro Paese

SANITÀ
Nata Alleanza globale Alzheimer, Governi uniti per vincerlo

(Adnkronos Salute) - Governi di tutto il mondo uniti contro l'epidemia di demenza e Alzheimer. Un'emergenza che interessa oggi 44 milioni di persone nel pianeta con 7,7 milioni di nuovi casi ogni anno, la previsione di un raddoppio ogni 20 anni e un costo complessivo pari all'1% del Pil mondiale (604 miliardi di dollari). Per contrastare il 'ladro della memoria' è nata la Global Alzheimer's and Dementia Action Alliance (Alleanza globale della malattia di Alzheimer e della demenza), rappresentata nel nostro Paese dalla Federazione Alzheimer Italia. L'Alleanza, spiega in una nota, sarà "il primo organismo che unirà istituzioni pubbliche, organizzazioni private e mondo del non-profit a livello globale per affrontare una sfida comune: combattere il dramma della demenza".


L'iniziativa è stata annunciata nelle scorse settimane a Ginevra durante l'Assemblea mondiale della sanità (incontro annuale dei 193 Paesi membri dell'Oms), da Adi (Alzheimer's Disease International) insieme ad Alzheimer's Society (Inghilterra, Galles, Irlanda del Nord) e al Dipartimento di sanità inglese. Una risposta a quanto deciso dai leader mondiali nello storico vertice del G8 sulla demenza dello scorso dicembre a Londra, in cui sono state decise le misure da intraprendere per affrontare l'epidemia mondiale. "L'Alleanza - ha spiegato Marc Wortmann, direttore esecutivo di Adi - è il primo passo a livello internazionale per unire insieme governi, settore sanitario e sociale, organizzazioni non profit e società civile per affrontare la sfida della demenza".

"Come maggiore organizzazione italiana non profit dedicata alla cura e all'assistenza dei malati di Alzheimer e dei loro familiari - sottolinea Gabriella Salvini Porro, presidente della Federazione Alzheimer Italia - abbiamo avvertito l'urgenza e il dovere di presenziare all'incontro di Ginevra. E come unici rappresentanti italiani ci facciamo ora portavoce all'interno del nostro Paese delle esigenze e delle decisioni internazionali. Chiediamo quindi alle istituzioni, alle associazioni e agli enti che si occupano di demenza di lavorare concretamente insieme per mantenere le promesse prese a Londra 5 mesi fa. Le famiglie dei malati si aspettano che queste promesse siano mantenute. Auspichiamo che l'Italia - intesa in senso ampio come insieme di istituzioni, organizzazioni, società civile - acquisisca sempre maggiore consapevolezza e sappia prendere sempre più a cuore il dramma che vive questo milione di famiglie nel nostro Paese".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.