cerca CERCA
Domenica 29 Gennaio 2023
Aggiornato: 16:39
Temi caldi

Salvini replica a sindaco Lampedusa: "Sue lacrime di coccodrillo"

25 luglio 2020 | 11.40
LETTURA: 1 minuti

"Contagi arrivano con i barconi, chiudiamo porti non negozi"

alternate text
Afp

"Noi difendiamo i pescatori, gli imprenditori e i lavoratori di Lampedusa stufi di un’invasione senza precedenti, che l’anno scorso avevamo fermato. Lo dicono i numeri, che non mentono: 11.334 sbarchi dall’inizio dell’anno a oggi contro i 3.508 dello stesso periodo del 2019. Almeno quelli il sindaco pro-sbarchi e pro-Carola Rackete li vuole leggere? Se ora dice di voler dichiarare lo stato d’emergenza piange lacrime di coccodrillo". Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini replicando alle parole del sindaco di Lampedusa.

"Se guardiamo ai dati dei contagi delle ultime settimane, che fortunatamente sono scesi, decine e decine di contagi ci arrivano gentilmente da barchini e barconi che provengono dall'altra parte del mondo e noi non ne abbiamo proprio bisogno. Prima di richiudere i negozi pensa a chiudere i porti per salvare la salute degli italiani", dice ancora Salvini, nel corso di un comizio a Prato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza