cerca CERCA
Martedì 24 Maggio 2022
Aggiornato: 19:30
Temi caldi

Chirurgia: 'scatola nera' in sala operatoria, videocamera su casco chirurgo

25 marzo 2015 | 18.19
LETTURA: 3 minuti

A vantaggio della didattica, della trasparenza, ma anche come traccia medico-legale, spiega lo specialista che ha sperimentato il prototipo

alternate text

Una 'scatola nera' in sala operatoria, che registra tutto quello che accade sotto gli occhi del chirurgo. "A vantaggio della didattica, della trasparenza, e anche come traccia medico-legale". A descrivere l'utilizzo di un prototipo di videocamera frontale in chirurgia e nella microchirurgia tiroidea è Andrea Ortensi, direttore Uo Microchirurgia generale Casa di cura Fabia Mater di Roma, che ha illustrato l'iniziativa in un incontro oggi a Roma.

"L'idea - spiega Ortensi all'Adnkronos Salute - nasce dall'esigenza di maggiore trasparenza e di tutela sia del paziente che del chirurgo. Volevamo far capire a scienziati e medici, ma anche ai cittadini, cosa accade sotto gli occhi del chirurgo. Finora la videocamera fissa o l'operatore in sala registravano i movimenti, ma non li mostravano nel dettaglio, con eventuali ingrandimenti, tracciando anche l'evoluzione dell'operazione in tempo reale".

Così, anche guardando alle videocamere per sportivi ora tanto in voga, il medico ha pensato a una videocamera frontale applicata "con un caschetto sulla fronte di chi opera": una sorta di 'terzo occhio' che permette agli assistenti di visualizzare i movimenti del chirurgo, ma anche di tracciare l'intervento attimo per attimo, per garantire anche maggiore trasparenza dal punto di vista medico legale. "Inoltre la videocamera frontale può rappresentare, a livello didattico, una grande opportunità per gli studenti", rileva il chirurgo.

La 'scatola nera' è stata così adottata per "gli interventi più importanti e nel caso dei tumori alla tiroide. Usiamo un prototipo unico, che consente gli ingrandimenti necessari per la microchirurgia e pesa 300 grammi, dotato di un sistema anti-vibrazione e di un zoom attivabile sia manualmente che con un pedale", dice Ortensi. "Sul versante della responsabilità professionale, inoltre, la videocamera consente di ricostruire i fatti in maniera oggettiva, tutelando sia i pazienti che i professionisti". Il prototipo, assicura l'esperto, potrà essere utilizzato in tutti i settori della chirurgia.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza