cerca CERCA
Venerdì 30 Luglio 2021
Aggiornato: 12:03
Temi caldi

Fase 3: domani scattano detrazioni su pagamenti digitali, +32% acquisti lettori

30 giugno 2020 | 18.41
LETTURA: 2 minuti

Zola (SumUp) all'Adnkronos: "Nelle ultime 2 settimane abbiamo registrato un boom del 32% da parte di bar, ristoranti e artigiani. La scelta prevale verso i circuiti senza costi fissi"

alternate text
(Foto SumUp)

Scattano domani, 1 luglio, le detrazioni fiscali del 30% sui costi di transazione legati ai pagamenti digitali ed in pochi giorni si registra un vero boom di acquisti di lettori di carte digitali. "Durante le ultime due settimane, abbiamo registrato un aumento della richiesta di nostri lettori di carte mobili del 32% da parte di negozi di alimentari, bar e ristoranti, ma non solo, ci sono anche artigiani e liberi professionisti" riferisce all'Adnkronos Umberto Zola, Country Growth Lead Italia si SumUp, la fintech specializzata in lettori di carte portatili e soluzioni di pagamento per Pmi e piccoli commercianti

Zola rileva che "la crescita nella richiesta conferma però la preferenza verso soluzioni indipendenti dai circuiti bancari, senza costi fissi o nascosti, quali i nostri lettori Pos". E, in questa emergenza del coronavirus, stando agli scenari analizzati da SumUp settimana per settimana dal lockdown in poi, esercenti e professionisti "con i sistemi di pagamento digitali possono offrire ai propri clienti la possibilità di pagare direttamente con smartphone o carta, o anche a distanza".

La fintech sottolinea che "grazie alla funzione pagamenti da remoto, il cashless è disponibile "attraverso ramite l’app di SumUp" e "gli esercenti possono richiedere i pagamenti al cliente semplicemente condividendo un link via mail, WhatsApp, Sms o social. Al consumatore basterà inserire sul proprio smartphone i dettagli del pagamento e confermare la transazione".

Ma come si è evoluto il mondo dei pagamenti digitali? "Una volta collegati tramite bluetooth ad uno smartphone o tablet con connessione 3G, i lettori di carte SumUp Air -spiega la fintech- consentono di accettare ovunque pagamenti con carte di credito e debito - sia chip&pin che contactless - Apple Pay e Google Pay, senza doversi dotare di apparecchiatura Pos tradizionale e soprattutto senza tariffe nascoste, abbonamenti, canoni mensili, costi di installazione o necessità di legarsi ad un istituto bancario in particolare perché in 24 ore si è di fatto operativi per accettare pagamenti cashless".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza