cerca CERCA
Mercoledì 01 Dicembre 2021
Aggiornato: 17:08
Temi caldi

Sinergia tra sport e salvaguardia della natura con il 'Rifiu-Thlon'

26 marzo 2014 | 13.04
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Si chiama Rifiu-Thlon ed è la nuova frontiera della sinergia tra sport e salvaguardia dell'ambiente messa a punto dalla commissione ambiente dell'Aics, associazione italiana cultura e sport. Una vera e propria gara che coniuga la prestazione fisica con la pulizia della spiaggia. E per inaugurare la nuova 'disciplina' sono stati scelti una location e una data simbolica: le spiagge di Coluccia, tra Palau e Santa Teresa di Gallura, uno dei posti più noti tra gli appassionati di windsurf italiani, nei giorni di Pasqua, dal sabato 19 a lunedì 21 aprile.

La prima edizione di Rifiu-Thlon si svolgerà infatti in concomitanza con la manifestazione "Surf Amo", che prevede negli stessi giorni e nella stessa località 6 competizioni di windsurf (Slalom e Freestyle per professionisti ma anche tante prove open), 4 competizioni di Sup, la nuova tavola a remi che spopola sulle spiagge.

I partecipanti al Rifiu-Thlon saranno dotati di un gps, un sacco per rifiuti, un paio di guanti e dovranno percorrere almeno 3 chilometri a piedi, anche correndo. Ma non basterà fare il miglior tempo: arrivare primi non garantirà la vittoria. Durante il percorso dei 3 chilometri, si dovranno raccogliere rifiuti utilizzando guanti e sacco in dotazione e il 'raccolto' varrà un punteggio valido per comporre la classifica.

I migliori della competizione Rifiu-Thlon saranno giudicati in base ad un calcolo che unisce prestazione sportiva e tipologia, quantità e peso dei rifiuti tolti dalla spiaggia. "Rifiu-Thlon è una vera innovazione - spiega Andrea Nesi, coordinatore nazionale della commissione ambiente di Aics - un cambio di marcia. Non più un evento sportivo associato ad un'attività in favore dell'ambiente come può essere la pulizia della spiaggia in occasione di una regata velica, ma una competizione che integra entrambi i fattori".

Si parte quindi da Coluccia, ma l'obiettivo è di portare in 'tour' in altre località italiane il Rifiu-Thlon. La manifestazione in cui rientra, "Surf Amo", è un'iniziativa nell'ambito del progetto che vede coinvolti l'Università di Sassari, la Mec 3 Sport di Giacomo Sanna e tutti gli operatori degli sport del mare in Sardegna, con l'obiettivo di stimolare l'interazione con i giovani studenti attraverso informazione, eventi, prove e test.

L'appuntamento sarà gestito da Stefano Pisciottu, fondatore dello sporting club Coluccia e organizzatore di competizioni di windsurf tra i più esperti del Vecchio Continente. Coluccia si appresta così a diventare la sede non solo di competizioni d'eccellenza ma anche di una grande sensibilizzazione ambientale 'fattiva' e di un grande spettacolo godibile dagli accompagnatori di chi è impegnato nelle gare.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza