Home . Soldi . Economia . Gamberale: "Gilberto Benetton ha creato eccellenze mondiali"

Gamberale: "Gilberto Benetton ha creato eccellenze mondiali"

ECONOMIA
Gamberale: Gilberto Benetton ha creato eccellenze mondiali

''Una persona molto attenta, molto riservata e che sapeva centrare ogni tema strategico rispettando l'autonomia dei manager''. Così Vito Gamberale, ex amministratore delegato di Autostrade e oggi presidente di Iterchimica ricorda Gilberto Benetton. ''Dava ai dirigenti pieni poteri -dice all'Adnkronos- e quindi piena responsabilità, non invadendo mai il ruolo di ciascuno. Anzi -sottolinea- entrava in punta di piedi nelle aziende partecipate, prendeva parte rispettosamente ai cda non facendo mai parte di particolari organi societari, attento solo alle questioni che si affrontavano e ai risultati che venivano presentati''.

Ma il merito maggiore, secondo Gamberale, è stato quello di ''allargare gli interessi del gruppo che inizialmente erano focalizzati sull'abbigliamento. Abile a investire i dividendi in altri settori, creando delle eccellenze mondiali come Autogrill''. L'Italia dell'industria insomma perde ''un personaggio che è parte della famiglia Benetton, per dire un nome che ha dato all'Italia molto di più di quanto l'Italia abbia riconosciuto alla famiglia''.

Il manager ritiene che Gilberto Benetton sia stato bravo anche nell'interpretare il ruolo di imprenditore ''senza invadere l'associazionismo o i media. Un ruolo vissuto in punta di piedi, perchè i Benetton sono più gente del fare che del dire. Per loro sarebbe stato facile accedere alle istituzioni o fare come alcune famiglie che si sono comprate prima i giornali e poi hanno cercato di fare gli imprenditori. Invece quando la famiglia Benetton è entrata transitoriamente nell'editoria lo ha fatto con lo stesso spirto di Lorenzo de' medici che erano dei mecenati. Non hanno mai strumentalizzato i media per i loro interessi''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.