Cerca

Ucina-Assilea, crescono contratti leasing nautico +9,8%

ECONOMIA
Ucina-Assilea, crescono contratti leasing nautico +9,8%

(Fotogramma)

Crescono i contratti di leasing nel settore della nautica. Dopo essere più che triplicato dal 2013, lo stipulato leasing nautico ha infatti registrato nel 2018 un valore dei contratti pari a 407,9 milioni di euro, dei quali oltre il 90% rappresentato dal leasing sulla nautica da diporto. A renderlo noto è Assilea che, in un report diffuso con Ucina, sottolinea che rispetto al 2017, il numero di contratti per la nautica da diporto sono cresciuti del 40,7%. Guardando la dinamica dei primi tre mesi del 2019, risulta in forte crescita rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+9,8% in numero e +30,3% in valore).


Da gennaio a marzo 2019 i nuovi finanziamenti per le unità da diporto superano i 102,2 milioni di euro, trainati dalla forte crescita registrata dalle unità a uso privato (+25% nel numero di contratti e +39,2% nel valore), la quale arriva a detenere oltre il 96% dello stipulato leasing nautico.

"I dati Assilea confermano la tendenza che avevamo anticipato a dicembre nell’ambito dell’Assemblea Generale dei Soci Ucina a Roma" commenta Carla Demaria, Presidente di Ucina Confindustria Nautica.

De Maria evidenzia che "l'indagine, condotta dall’Ufficio Studi sulla base di un campione significativo di aziende e pubblicata successivamente sul rapporto statistico Monitor, ha stimato una crescita del fatturato globale dell’industria italiana della nautica per l’anno 2018 del +9,5%. Tuttavia il settore non è al riparo da minacce e per questo Ucina è al lavoro da tempo".

Dopo l’incontro con il Capo di Gabinetto del Ministro dell’Economia, sono attivi tavoli di confronto con Mef, Agenzia delle Entrate e Agenzia delle Dogane sui temi quale lo stesso leasing, l'Iva, i regimi doganali per l’export, "tutte materie sulle quali Ucina ha ottenuto importanti semplificazioni nell’ultimo triennio e sulle quali ci continuiamo a impegnare concretamente a beneficio della filiera" conclude Demaria.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.