Home . Sostenibilita . Appuntamenti . Il vetro entra in rete, al via concorso per le scuole

Il vetro entra in rete, al via concorso per le scuole

Promosso da Assovetro e Coreve

APPUNTAMENTI
Il vetro entra in rete, al via concorso per le scuole

(Fotolia)

Il vetro entra in rete. Una bottiglia “virtuale” lanciata nell’infinito mare di Internet con un messaggio sulle qualità del vetro sarà il tema di Surfing Glass, la dodicesima edizione del Concorso per le scuole organizzato da Assovetro (l’Associazione nazionale degli industriali del vetro) e da CoReVe (Consorzio recupero vetro). Gli alunni dovranno elaborare contenuti in grado di esprimere perfettamente le peculiarità dei contenitori in vetro: amici dell’ambiente, preziosi per la salute, campioni di economia circolare, riciclabili all’infinito e al 100%, e farli viaggiare sul web.


Il concorso, che si svolge nell'ambito del Protocollo d’Intesa sottoscritto da Assovetro con il Miur, ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, è rivolto alle classi quarta e quinta della Scuola primaria ed ai tre gradi delle Scuole secondarie di primo grado statali e paritarie.

Il concorso di quest’ anno, spiega Marco Ravasi, presidente della sezione vetro cavo di Assovetro, "vuole sfruttare al massimo tutte le potenzialità del web per diffondere e far conoscere le preziose proprietà del vetro, un materiale unico dal punto di vista della sicurezza alimentare e della sostenibilità ambientale, tanto che l’81% degli italiani lo ritiene il packaging più sostenibile e il 65% il più sicuro per il cibo . Ogni bottiglia messa in rete potrà così raggiungere con il suo messaggio positivo un numero infinito di persone”.

Ma come lanciare nel mare di Internet le bottiglie virtuali? Le classi dovranno creare contenuti in grado di far emergere le proprietà dei contenitori in vetro per uso alimentare, concentrandosi sui temi della Sicurezza Alimentare - Salute e del Riciclo, all’interno di bottiglie virtuali che navigheranno online sul sito dedicato (www.surfinglass.it). Il messaggio postato potrà essere composto dal solo testo, dal testo più immagine o da brevi video.

Ma prima di iniziare la sfida su Internet ogni classe dovrà superare, sul sito del Concorso, la prova di un quiz, rispondendo ad una serie di domande sui contenitori in vetro e sulle loro caratteristiche, ottenendo, in caso di risposta esatta, l’assegnazione di un punteggio.

Motivo di maggior merito nella valutazione dei messaggi sarà l’utilizzo della lingua inglese. Per dare una maggiore diffusione ai contenuti realizzati, i ragazzi dovranno coinvolgere la propria famiglia (genitori, fratelli, parenti, amici ecc.) a condividere i messaggi della classe sui profili social degli adulti (Facebook, Instagram, Twitter).

Il vetro, sottolinea Franco Grisan, presidente di Coreve, "è campione di economia circolare, ma ha bisogno non solo di supporters ma anche di buoni giocatori. Tutti credono, infatti, nel riciclo, ma ancora troppo pochi conferiscono tutto, sempre e correttamente, senza mettere insieme al vetro il sacchetto di plastica che conteneva le bottiglie e i vasetti, il bicchiere di cristallo che è caduto e si è rotto, o la tazzina di ceramica che si è scheggiata. Contiamo molto sulle nuove generazion: nuovi giocatori che possono migliorare il gioco”. Le classi vincitrici saranno invitate a Roma a partecipare alla cerimonia di consegna dei premi nel prossimo mese di maggio.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.