Le case del futuro? Salubri, sicure e sostenibili

WORLD IN PROGRESS
Le case del futuro? Salubri, sicure e sostenibili

in collaborazione con Immobilgreen.it


La consapevolezza che il mercato immobiliare italiano debba cambiare viene dal fatto che ogni giorno siamo letteralmente inondati da notizie che confermano che il modo di costruire attuale non va più bene, non va bene per chi ci abita e non va bene per l’ambiente.

A dichiararlo è Fabio Tantari, CEO e fondatore di Immobilgreen.it, il primo portale italiano che cerca di portare avanti un concetto innovativo nel mercato italiano dell’abitare.

Le Case Devono Essere SALUBRI

La casa è il cuore della famiglia, il nido in cui riposare e rigenerarsi dalle fatiche di ogni giorno, il luogo in cui vivere i propri momenti più intimi e speciali. Per questo motivo la casa deve offrire un comfort abitativo elevato e, soprattutto, non deve farci ammalare di patologie respiratorie o reumatiche causate dagli squilibri bioclimatici e della qualità dell’aria. Le pareti devono essere in grado di regolare l’umidità presente in casa, escludendo la presenza di ponti termici con l’esterno. Ancora una volta, la bioedilizia consente di avere case prefabbricate in legno ad elevato isolamento termico, che consentono una naturale regolazione della temperatura e dell’umidità della casa.

Le Case Devono Essere SICURE

Nel 2018 è impensabile dover ancora piangere morti e feriti a causa di eventi sismici. Negli ultimi anni la normativa ha cercato di diventare più restrittiva in materia di resistenza delle strutture alle sollecitazioni sismiche, ma ciò che bisogna capire è che non deve cambiare solo la normativa o il calcolo dei materiali da usare, devono cambiare completamente anche i materiali usati per le costruzioni.

Strutture troppo rigide e pesanti non offrono protezione, ma solo maggiore pericolo in caso di sollecitazioni. Per questo le strutture devono diventare leggere e “flessibili”, cioè in grado di assorbire le sollecitazioni senza rompersi o collassare.

Per fortuna negli ultimi anni la bioedilizia sta dimostrando come la natura ci offra già dei materiali molto più che innovativi per la costruzione delle abitazioni del futuro: il legno è il re di questi materiali. Con il legno, infatti, si possono realizzare strutture solide e, soprattutto, sicure, su tutto il territorio nazionale e a qualunque latitudine. Anche le pareti possono essere realizzate con il legno o con suoi derivati/agglomerati, offrendo la possibilità di avere pareti resistenti e allo stesso tempo molto leggere, che non vanno a impattare pesantemente sulla staticità dell’intera costruzione

Le Case Devono Essere SOSTENIBILI

La casa deve essere doppiamente sostenibile: sostenibile per l’ambiente e, soprattutto, sostenibile per il proprio portafoglio. Le moderne costruzioni tendono sempre più ad abbracciare l’approccio nZEB (nearly Zero Emission Buildings) o PassivHaus (Casa Passiva). Questo tipo di approccio alla progettazione e alla costruzione degli edifici è mirata all’azzeramento delle bollette per il riscaldamento e il raffrescamento della casa. Abitazioni in grado di abbattere le bollette, fino quasi ad azzerarle (o addirittura produrre più energia di quanta ne venga consumata, quando sono presenti impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili) sono un enorme investimento sul lungo termine. Bassi consumi energetici vogliono dire anche bassissime emissioni nell’ambiente, quindi elevatissima ecosostenibilità di questa tipologia di abitazioni.

Come ama sostenere Fabio Tantari, “Se cambi il modo di comprare casa, cambierai le case che vengono comprate!”



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.