cerca CERCA
Lunedì 06 Dicembre 2021
Aggiornato: 03:05
Temi caldi

Pavia: spacciava droga per 'pagarsi' tatuaggi, arrestato animatore turistico

13 giugno 2014 | 19.41
LETTURA: 2 minuti

Questa la giustificazione del 40enne, appartenente ad una famiglia bene di Mortara, già da diverso tempo segnalato come sospetto. Nella sua bitazione i carabinieri hanno trovato più di mezzo chilo di hashish

alternate text

Era un animatore turistico di 40 anni, residente in una villa di Mortara, in provincia di Pavia, uno degli spacciatori della Lomellina. E' quanto affermano i carabinieri della Stazione di Mortara che lo hanno arrestato in flagranza di reato dopo un blitz nella sua bitazione dove hanno trovato più di mezzo chilo di hascisc, in panetti da un etto, più altri quantitativi suddivisi in dosi.

Il giovane, un insospettabile animatore turistico, con base nella Repubblica Dominicana dove lavora in un villaggio turistico, appartenente ad una famiglia bene di Mortara, già da diverso tempo era stato segnalato come sospetto. Alcuni giovani che lo frequentavano, controllati dai carabinieri, avevano dichiarato di essere amanti dei tatuaggi e che sul corpo dell'animatore avevano la possibilità di vederne di molto belli e ricercati perchè eseguiti presso i migliori tatuatori del Mar dei Caraibi.

Ormai scoperto il 40enne si sarebbe giustificato con i militari, dicendo che il 'traffico' era necessario per pagarsi e coltivare la sua passione, purtroppo molto onerosa, che è appunto quella dei tatoo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza