cerca CERCA
Lunedì 27 Settembre 2021
Aggiornato: 07:24
Temi caldi

Spending review, Cottarelli: "In 2014 possibili risparmi per 3 mld"

12 marzo 2014 | 16.37
LETTURA: 3 minuti

alternate text

''Per quest'anno, in termini di risparmi effettivi, i risparmi potrebbero essere pari a 3 mld se si fanno le cose giuste''. Lo afferma il commissario straordinario per la spending review, Carlo Cottarelli, nell'audizione in commissione Bilancio del Senato.

RISPARMI - ''Il numero di massimo di risparmio su base annua'', cioé se le misure fossero state introdotte all'inizio dell'anno, spiega Cottarelli, sarebbe di circa 7 miliardi. Ma ci vuole ''un certo margine prudenziale'' che porta la cifra a circa 5 miliardi. Considerando l'applicazione dei tagli su otto mesi (cioe' a partire da maggio), secondo il commissario, si può arrivare a 3 miliardi. Tuttavia, avverte Cottarelli, questi risultati possono essere raggiunti solo ''se c'e' un pieno sforzo in questa direzione''. A regime, cioé a partire dal 2016, la spending review potrebbe consentire di ottenere risparmi pari al 2% del pil. Ma le proposte di riduzione della spesa, contenute nel documento consegnato da Cottarelli al Parlamento, ''rappresentano una lista da cui si puo' trarre, per decidere cosa fare'', attraverso una ''scelta politica''. ''Ci sono molte cose che devono essere fatte per arrivare a questi risultati'' aggiunge ancora il commissario.Nel 2015 i risparmi dalla spending review potrebbero arrivare a 18 miliardi di euro mentre nel 2016 si potrebbero toccare i 36 miliardi.

FASCE REDDITO - Dai tagli di spesa pubblica ''si preservano le fasce di reddito più deboli''. Quindi ci sarà ''un'attenzione negli aspetti redistributivi'' delle proposte..

LE MISURE - Per tagliare la spesa pubblica si puo' intervenire attraverso ''33 azioni o gruppi di azioni'', che si dividono in ''quelle di immediata applicabilità nel 2014'' e le ''riforme strutturali per la spesa, che vanno iniziate quest'anno ma che avranno effetti sulla spesa a partire dal 2015 e 2016''. I piani di intervento per le misure da attuare a partire dal prossimo anno, che dovrebbero raggiungere gli effetti massimi nel 2017, secondo Cottarelli, dovrebbero essere definiti entro metà settembre.

AUTO BLU - Taglio deciso alle auto blu: un mezzo per il ministro e massimo 5 mezzi per tutto il dicastero. E' la proposta presentata dal commissario straordinario. ''Nel mio piano non c'è alcuna riduzione della spesa per la cultura e l'istruzione'', spiega poi Cottarelli.

SANITÀ - Stop ai ricoveri inappropriati e piena applicazione dei costi standard. Sono i due esempi di sprechi in sanità da contrastare, illustrati oggi dal commissario straordinario per la spending review,. Nel corso dell'audizione, riferendosi ai risparmi da trovare all'interno del Servizio sanitario nazionale, Cottarelli ha infatti detto che "va ridotto il numero dei ricoveri inappropriati" e ha aggiunto che in sanità "serve una più diretta applicazione dei costi standard". "La sanita' e' un'area delicata". Il risparmio in questo settore "va definito nell'ambito del Patto per la salute", conclude Cottarelli.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza