cerca CERCA
Giovedì 06 Maggio 2021
Aggiornato: 00:47
Temi caldi

'Speravo de morì prima', seconda clip della serie su Francesco Totti

26 gennaio 2021 | 12.15
LETTURA: 1 minuti

Totti e Pietro Castellitto ricordano l’ultima partita del Capitano che dice: "La fine? Neanche se l’avessi programmata sarebbe venuta così bella"

Spettacolari coreografie, cori disperati, striscioni instant cult e tante, tantissime lacrime. L'addio al calcio giocato di Francesco Totti, al termine di Roma-Genoa all’Olimpico, il 28 maggio 2017, è la fine di una storia d’amore lunga 28 anni di fedeltà assoluta. Quella fra una squadra e la sua stella più luminosa, fra una città e il suo figlio prediletto, il numero 10 in onore del quale tutta Roma, come l’Italia intera, si è fermata per tributargli un grandioso addio, in un Olimpico pieno in ogni ordine di posto, davanti a più di 570 giornalisti accreditati e ben 68 testate estere.

Pietro Castellitto e Francesco Totti lo ricordano nella nuova clip rilasciata oggi di 'Speravo de morì prima', il dramedy in sei episodi targato Sky Original sugli ultimi due anni di carriera di Francesco Totti in onda su Sky e Now Tv a marzo, tratta da 'Un Capitano' di Francesco Totti e Paolo Condò, edito da Rizzoli Libri S.p.A.

Nella clip, seconda di una serie che precede la pubblicazione del trailer ufficiale, Castellitto (nella serie è il numero 10 della Roma) rievoca con Totti quel pomeriggio straordinario, davanti ai quasi 70mila dell’Olimpico e a tutto il mondo: “Neanche se l’avessi programmato sarebbe venuto così bello, quel giorno è stato diverso da tutto ciò che pensavo io”, racconta il Capitano.

'Speravo de morì prima', prima clip della serie su Francesco Totti

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza