Cerca
Home . Sport .

Panama Papers, spunta il nome del presidente della Fifa

SPORT
Panama Papers, spunta il nome del presidente della Fifa

Gianni Infantino (Afp)

Ci sarebbe anche il nome del presidente della Fifa Gianni Infantino nell'elenco dei nominativi del dossier 'Panama Papers', a quanto riporta lo spagnolo 'Diario Sport'.


Secondo quanto riporta il 'Guardian', dalle carte emergerebbe che Infantino, quando era a capo dei servizi legali della Uefa, avrebbe avuto un ruolo negli accordi per i diritti tv affidati a società offshore in quella che venne definita 'la Coppa del mondo della corruzione' anche se l'attuale presidente della Fifa ha sempre negato ogni addebito.

La vicenda riguarda alcuni contratti co-firmati da Infantino risalienti al periodo 2003-2006 e legherebbe per la prima volta la Uefa alle aziende coinvolte nello scandalo che portò alle dimissioni di Joseph Blatter.

L'Uefa ha sempre respinto l'ipotesi di cattiva condotta da parte di suoi dirigenti ribadendo che i contratti erano tutti alla luce del sole. Da parte sua la Fifa ha sottolineato che Infantino non ha avuto rapporti con nessuno dei funzionari attualmente sotto inchiesta o con le loro società.

Dalla ricostruzione del 'Guardian', risulta che nel 2006, quando Infantino lavorava all'Uefa, l'organizzazione del calcio europeo ha venduto i diritti tv di Champions, Supercoppa europea e Coppa Uefa per il Sudamerica alla società argentina Cross Trading che ha immediatamente girato i diritti al broadcaster Teleamazonas per un valore di 3-4 volte superiore a quello pagato, il contratto copriva il periodo dal 2003 al 2006 e dal 2006 al 2009.

L'argentina Cross Trading risulta a sua volta una sussidiaria della Full Play di proprietà di Hugo Jinkis, attualmente agli arresti domiciliari, già sotto inchiesta negli Usa per presunti casi di corruzione legati al mondo del calcio in relazioni a sponsorizzazioni e a contratti coi media.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.