Home . Sport .

La Juve vince 2-1 a Firenze e vede lo scudetto

SPORT
La Juve vince 2-1 a Firenze e vede lo scudetto

Il portiere della Juventus Gianluigi Buffon para il rigore a Kalinic

(Foto Afp)

La Juventus vince anche al Franchi di Firenze e vede lo scudetto. La squadra di Allegri si impone 2-1 sui viola grazie alle reti di Mandzukic e Morata e grazie ad uno straordinario Buffon. I bianconeri, se il Napoli non dovesse vincere all'Olimpico contro la Roma conquisteranno matematicamente il quinto scudetto consecutivo con tre turni d'anticipo. Nel posticipo domenicale della 35esima giornata di serie A la Juve fa lo scatto decisivo perso il titolo, dimostrando grande forza, carattere e un pizzico di fortuna. Con la vittoria la Juve porta a 12 punti il vantaggio sul Napoli che dovrà far visita alla Roma per quello che ormai è diventato uno spareggio per il secondo posto.


Allegri: "Lo scudetto non si vince da spettatori, ma con 10 mesi di fatica"

Il vero protagonista della serata, però, non è stato né Mandzukic autore del vantaggio iniziale, né Morata capace di dare i tre punti ai suoi, ma Gigi Buffon con le sue parate soprattutto quella all'89', parando il calcio di rigore calciato da Kalinic,autore anche del momentaneo pareggio della formazione di Sousa. Bel primo tempo con i viola che spingono e Buffon che si supera su una conclusione di Bernardeschi sporcata da Barzagli. Qualche minuto prima l'attaccante era andato in gol, ma Tagliavento aveva annullato per fuorigioco apparso inesistente. La Juve però al 39′ passa in vantaggio: cross sul secondo palo di Khedira, sponda di tests di Pogba per Mandzukic che di sinistro al volo batte Tatarusanu. Poco dopo è ancora il portiere bianconero a superarsi su Bernardeschi che con un pallonetto spaventa gli ospiti ma non Buffon. Nel finale di tempo viola vicini al pari con Marcos Alonso che di testa sfiora il palo.

Secondo tempo con finale thrilling. Al 36′ la Fiorentina trova il pareggio. Bonucci perde palla al limite dell'area, la sfera arriva sui piedi di Kalinic che si accentra e scarica il destro a giro. Ma passano appena due minuti e la Juve torna in vantaggio. E' morata, subentrato a Dybala, a mettere in rete da due passi. All'89' fallo, dubbio di Cuadrado, appena entrato su Kainic, ma l'attaccante gigliato da dischetto si fa ipnotizzare da Buffon che para e poi respinge anche la successiva ribattuta di Bernardeschi. Nel recupero ancora Kalinic protagonista ma il suo colpo di testa si infrange, come le speranze viola, sulla traversa.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.