cerca CERCA
Lunedì 26 Settembre 2022
Aggiornato: 15:09
Temi caldi

Iraq: sul Web foto della furia dell'Is contro croci e statue cristiane

16 marzo 2015 | 20.13
LETTURA: 2 minuti

Pubblicate le immagini dello scempio nella provincia di Ninive, contro il monastero di San Giorgio. I miliziani piantano la loro bandiera nera sul campanile, distruggono effigi del santo e della Madonna e una scritta che invoca la pace

alternate text

I miliziani del sedicente Stato islamico (Is) hanno pubblicato in Rete alcune immagini scattate nella provincia di Ninive, nel nord dell'Iraq, che mostrano la rimozione di croci e simboli sacri e la demolizione di un campanile. Si tratta delle foto della distruzione del monastero di San Giorgio, nei pressi di Mosul, di cui si è avuta notizia la scorsa settimana.

Le foto mostrano come, in molti casi, i simboli rimossi siano poi stati sostituiti con la bandiera nera dell'autoproclamato califfato. Nel 'reportage fotografico' intitolato "Rimozione di simboli del politeismo", si può vedere una statua della Vergine Maria e di Gesù gettata per terra e con i volti distrutti. Un altro scatto mostra la rimozione di una croce da una tomba, mentre altri ritraggono i miliziani che distruggono a colpi di martello una croce dall'entrata di un luogo di culto cristiano.

Si vede, infine, l'accanimento dei seguaci dell'Is contro bassorilievi, statue di San Giorgio e dipinti fuori e dentro l'edificio cristiano. In particolare, gli uomini del califfato distruggono a colpi di martello o scalpello i volti di quelli che considerano come 'idoli', oltre a una scritta in arabo che recita: "Oh Maria, regina della pace, dona la pace all'Iraq". Su alcune immagini si legge che gli scatti sono di marzo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza