cerca CERCA
Martedì 30 Novembre 2021
Aggiornato: 17:25
Temi caldi

Covid

Svizzera non autorizza vaccino Astrazeneca: dati insufficienti

03 febbraio 2021 | 15.53
LETTURA: 2 minuti

"Occorrono ulteriori dati di nuovi studi per ottenere informazioni sulla sicurezza, sull’efficacia e sulla qualità", si legge in un comunicato di Swissmedic

alternate text
(Afp)

La Svizzera non autorizza, per il momento il vaccino Astrazeneca anti-Covid, in quanto "i dati finora disponibili e analizzati non sono ancora sufficienti per procedere con un’omologazione. Occorrono ulteriori dati di nuovi studi per ottenere informazioni sulla sicurezza, sull’efficacia e sulla qualità", si legge in un comunicato di Swissmedic.

Leggi anche

"Sulla base dei dati finora analizzati - prosegue la nota - il comitato di esperti esterni Hmec (Human Medicines Expert Committee) che collabora con Swissmedic ha appoggiato la valutazione intermedia di Swissmedic sul vaccino contro il coronavirus di AstraZeneca nella riunione straordinaria del 2 febbraio 2021. I dati attualmente disponibili non consentono ancora di prendere una decisione positiva sul rapporto rischi/benefici".

"Per giungere a una valutazione finale - si legge - , è necessario che il richiedente presenti, tra l’altro, ulteriori dati sull’efficacia provenienti da uno studio di fase III in corso in America del Nord e del Sud e che questi vengano quindi analizzati. Non appena i risultati saranno disponibili, si potrebbe procedere molto rapidamente con un’omologazione temporanea nella procedura di rolling review".

BELGIO - Il vaccino anti Covid prodotto da AstraZeneca in collaborazione con l'Università di Oxford non sarà somministrato a persone di età superiore a 55 anni. La cautela, già adottata da altri Paesi europei malgrado l'Agenzia europea per i medicinali abbia autorizzato il vaccino per tutte le fasce d'età, è dovuta alla mancanza di dati sull'efficacia sugli anziani. Il ministro della Salute, Frank Vandenbroucke, citato dai media locali, ha spiegato che questa decisione, basata sul parere del Consiglio superiore della sanità, è "provvisoria". Oggi intanto Andrew Pollard, direttore dell'Oxford Vaccine Group, ha assicurato che il vaccino innesca "buone risposte immunitarie" negli anziani, anche se mancano ancora i dati sulla sua esatta efficacia.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza